Annuncio

Collapse
No announcement yet.

I giornali dicono.....

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Sui bambini adottati la questione del cognome all'anagrafe agli inizi è sempre un caos. Anche una coppia di nostra conoscenza ci ha messo un anno perché le loro bimbe avessero il loro cognome.
    In Italia è sempre un gran casino tutto, a cominciare dal nome e cognome di un bambino

    Comment


    • http://www.lastampa.it/2016/11/06/cr...gJ/pagina.html

      Comment


      • https://www.avvenire.it/famiglia-e-v...-troppi-diktat

        Comment


        • Avvilente...

          Comment


          • Vero, termine giusto...avvilente

            Comment


            • http://www.dire.it/newsletter/minori...re/04/?news=03

              Comment


              • http://www.vita.it/it/article/2016/1...granti/141488/

                Comment


                • LA TRATTA DELLE NIGERIANE.
                  L'ESERCITO DELLE MINORENNI.
                  Erano poco più di 400 nel 2013, 1500 nel 2014 e 5000 lo scorso anno, le ragazze nigeriane arrivate in Italia sui barconi, già pronte ad essere recuperate dagli emissari del racket nei centri di accoglienza prima e addirittura negli "hotspot" adesso. E delle 5000 approdate lo scorso anno, un migliaio almeno sono le minorenni. Con un’età media sempre più bassa, intorno ai 15 anni, visto che sempre più spesso gli uomini delle forze dell'ordne si ritrovano davanti tredicenni, poco più che bambine.
                  I nigeriani, con oltre 22.000 persone, sono in testa nella speciale classifica delle nazionalità dei migranti in arrivo sui barconi che partono dalla Libia e le ragazze sono in percentuale sempre crescente.

                  LA LEGGE ANTITRATTA. In Italia, la cosiddetta legge antitratta prevede che le ragazze che decidano di sfuggire a questo destino e accettino di collaborare e indicare maman e trafficanti vengano ospitate in apposite comunità di accoglienza, seguite in un difficile percorso di affrancamento psicologico e indirizzate verso un’occupazione legale naturalmente potendo usufruire di un particolare permesso di soggiorno. L’anno scorso sono stati 915 i permessi di soggiorno per motivi umanitari rilasciati dalle questure italiane, 178 da gennaio a maggio 2016 stando ai dati forniti dalla Direzione centrale servizi civili dell’immigrazione e dell’asilo del Viminale. Ma i posti disponibili nelle residenze dedicate all’ospitalità di queste ragazze, soprattutto se minorenni, sono assolutamente insufficienti anche se proprio nei giorni scorsi è partito il primo bando per il finanziamento di progetti antitratta. Complessivamente sono 13 i milioni di euro messi a disposizione per i prossimi 15 mesi dal ministero delle Pari opportunità.

                  Comment


                  • http://torino.repubblica.it/cronaca/.../?ref=HREC1-25

                    Comment


                    • Avevo sentito questa cosa. Incredibile come il nostro Stato non riesce mai a essere al passo con tutte le problematiche sociali e cambiamenti familiari e quindi è sempre assente nelle problematiche sociali e delle persone

                      Comment


                      • ww.oua.it/famiglia-dal-cognome-materno-ai-figli-in-provetta-i-diritti-scritti-dai-giudici-la-repubblica/
                        Interessante articolo, io attendo sempre che i giudici si ricordino prima o poi anche dei diritti dei bambini in affido, comunque...
                        Se ci pensate bene, anche i bimbi in affido, portano con loro una situazione particolare relativa al cognome con cui molte volte si scontrano nella società per la loro situazione.
                        Il mio più piccolo agli inizi, diceva davanti agli amici che lui aveva il cognome di mio marito!

                        Comment


                        • http://www.oua.it/cassazione-il-figl...i-italia-oggi/

                          Comment


                          • http://www.repubblica.it/cronaca/201.../?ref=HREC1-23

                            Comment


                            • http://www.vita.it/it/article/2016/1...estani/141590/

                              Comment


                              • Io indagherei il giudice che ha disposto il riaffido della povera bambina a quel padre degenere. La legge tutela i legami familiari a prescindere e non l'incolumità dei minori: è atroce. Povero piccolo angelo, se chi avrebbe dovuto proteggerla, avesse fatto seriamente il suo lavoro, adesso sarebbe ancora vivo. Riaffidare una neonata di tre mesi ad un individuo con quei precedenti penali, uno psicopatico, accusato addirittura di violenza sessuale su una ragazzina di 14 anni! Ma quel giudice con quale criterio ha operato??!!
                                Spero che, in assenza di un giudizio penale, almeno la coscienza gli rimorda a tal punto da togliergli il sonno. E che in futuro non commetta mai più certi abomini.
                                Riaffidare i bambini alle famiglie d'origine, se maltrattanti od abusanti o incuranti, è un gravissimo rischio!
                                Nel tentativo spesso vano di "dare" una possibilità ad un genitore incapace, si corre il rischio di privare un bambino di crescere serenamente e addirittura vivere!!!
                                In che mondo "al contrario" viviamo...Si tutelano i criminali, si mandano a morte i bambini.

                                Comment

                                Working...
                                X