Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Forti dubbi

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Forti dubbi

    Buongiorno a tutti. Dopo essere stata contattata dai servizi sociali ho iniziato la procedura per l'affido di una bimba. In realtà dopo vari colloqui in cui il mio vissuto è stato dipanato in tutti i modi, ho iniziato ad avere paura e vi spiego il motivo. Io sono single e monoreddito, anzi, basso reddito, cosa che ho fatto presente immediatamente alla prima chiamata. Dopo qualche colloquio il tema sostegno economico si è appena toccato di sfuggita ed io ho compreso due cose, io ho il profilo che a loro serve e loro sono in emergenza affidi. Ma io sono terrorizzata al pensiero che mi diano la bimba e mi abbandonino a me stessa. Non ho certamente paura di accompagnarla in un percorso complesso ma anche certamente costruttivo, né di tutto ciٍ che comporta il mio tempo, ma non ho le risorse economiche per darle una vita tranquilla e serena e solo con l'amore non credo che la potremmo fare. Ora, figuriamoci se l'affido si prolungasse fino alla maggiore età, che fine faremmo? E che trauma per la bimba magari dover vedere vanificata la sua speranza e di conseguenza quella della sua mamma? Voi cosa ne pensate? Grazie mille.

  • #2
    Scusa ma non ho mai sentito di servizi che reclutano per l'affido di una bimba e poi fanno i colloqui. Comunque dell'affido immaginarsi il peggior scenario possibile è sempre meglio. I contributi non è detto che arrivino, le spese mediche non sono riconosciute, i servizi non ci sono . se te la senti , pensando soprattutto di poter contare solo sulle tue forze fallo, sennٍ pensaci bene

    Comment


    • #3
      Ciao.
      non ho capito se ti sei proposta tu per l"affido, o cosa. Ma comunque, è o dovrebbe... essere un diritto ricevere il contributo economico, non so di che Regione sei, in Lombardia per esempio, puٍ arrivare a 550 al mese..Ma devi parlarne chiaramente ai serv. non è un disonore, semplicemente chiedi l"ammontare del rimborso ch loro erogano punto! Se perٍ il ruo reddito è tale da farti pensare che non ce la puoi fare nonostante...pensaci bene! io lo dico da sempre, solo il cuore non basta, i figli costano..arrivano gli studi, i medici specilisti...
      Quindi chiedi e valuta, se poi pensi di farcela..vaii

      Comment


      • #4
        Buongiorno a tutti. Mi hanno contattato loro perchè mi conoscono, la nostra impresa ha aderito ai progetti responsabilità sociale e io mi sono data sempre da fare, e sى sto facendo i colloqui, potrebbe essere che siano in mergenza famiglie affidatarie? ma al di là di quello credo proprio che chiarirٍ molto bene questo aspetto, non voglio che il mio desiderio di fare del bene si trasformi in un atto egoistico dove poi ad essere disperati siamo in due. Sono di regione Lombardia.

        Comment


        • #5
          Non ho ben capito, sei spaventata dall'affido per la parte economica? Ha la sua importanza, è vero, ma non è detto che tu non possa farcela.
          E' vero che si ha diritto al contributo per i bambini in affido, poi bisogna vedere la situazione della bambina. In genere le medicine le devi comprare, per loro c'è l'esenzione solo per le visite mediche specialistiche. Per l'apparecchio dentistico, so che si divide la spesa fra servizi sociali e genitori affidatari. Nel senso che pagano prima i genitori affidatari e poi viene rimborsata una quota della spesa (almeno nella mia regione). Perٍ ti devi rivolgere al servizio pubblico.
          Se l'ISE è basso hai diritto al rimborso della spesa dei libri, se la bimba va alle scuole medie. Alle scuole elementari i libri sono gratuiti. Ma tutto il resto del materiale è a tue spese
          Sempre con l'ISE basso si ha diritto all'esenzione sulla mensa scolastica...
          Poi ti consiglio di leggere tutto quello che ha deciso la tua regione in materia di affidi. Spesso le cose si diversificano da regione a regione (ad es. la quota contributo), ma anche gli stessi aiuti e agevolazioni. Ad esempio in Trentino ci sono molte agevolazioni anche in materia di trasporto scolastico per i ragazzi in affido che in altre regioni non ci sono. E ti assicuro che anche questa è una spesa, perché io sul grande che è adolescente e va alle superiori pago € 200,00 all'anno di abbonamento scolastico e nella mia regione non è previsto nulla in materia sui ragazzi in affido. E io abito in una delle regioni più attente in materia.
          Comunque, concordo con Amanda, parla chiaramente con i servizi di questi tuoi timori. E poi valuta la situazione

          Comment


          • #6
            Sى sono spaventata per la parte economica, pur facendo immediatamente presente le mie difficoltà abbiamo proseguito sui colloqui senza toccare in modo approfondito il tema sostegno. A questo punto mi sono allarmata, perché se tanto mi da tanto, le istituzioni fanno in fretta ad abbandonarti e io non ho uno stipen*** che mi permette di sostenerci in due nemmeno con tutta la buona volontà di questo mondo. Ma nemmeno di anticipare nessuna spesa. Ora vorrei davvero approfondire questo aspetto per non deludere la bambina, vorrei che fossero consapevoli davvero di queste difficoltà. Sarei cosى felice di poter provvedere a lei e darle una vita a misura di bambino, normale, farla sentire protetta e al sicuro, ma non sono mica una matta che non considera il quadro generale. Grazie e spero di avere notizie più rassicuranti

            Comment


            • #7
              Lombardia...potresti avere un "assegno" mensile di almeno 500 euro, in alcune città di piu! Ma parlane trnquillamente ai serv. Comunque in Lombardia l"erogazione dell"assegno è certa!

              Comment


              • #8
                Amanda sono i singoli comuni che erogano l'assegno, e se hanno le casse vuote c'è il rischio che non arrivi

                Comment


                • #9
                  Buondى, non è che c'è anche un po paura della responsabilità, i dubbi vengono quando ci si incanalare, quello che sembrava in modo virtuale ,diciamo, si trasforma in realtà con tutto il suo peso...ed è normale sai? Anzi bene affrontare tutte le paure che cominciano a prender forma. Analizza bene il tutto,perché con e hai ben potuto leggere non è detto che ci siano aiuti, soprattutto devi valutare che laddove ci fossero sono sempre a rimborso per spese già erogate da parte tua. In bocca al lupo

                  Comment


                  • #10
                    Ciao Noah, ti faccio una proposta campata per aria.
                    Se l'azienda dove lavori è impegnata nel sociale, potresti chiedere aiuto a loro.
                    Ci sono aziende che danno "borse di stu***" ai figli dei dipendenti, questa potrebbe essere per loro una collaborazione a lungo termine, magari accettano l'idea.
                    Sono situazioni più comuni di quanto si creda: una mia conoscente, abbandonata dal marito con 2 figli piccoli, ha ricevuto per anni (forse ancora adesso) 500 euro fuori busta da quel santo del suo datore di lavoro come aiuto personale.

                    Comment


                    • #11
                      Lo so SIBU, ma per quel che so, che mi è stato detto, per l"affido se un comune è in difficoltà la Regione <lombardia interviene.. che poi sia vero...non posso giurarlo

                      Comment


                      • #12
                        Ciao a tutti, venerdى cercherٍ di chiarire bene tutti i dubbi che ho, purtroppo come diceva Sibuna, sono i comuni a provvedere al sostegno economico e il comune in questione, come molti altri, ha le casse vuote o semivuote, un modo che gira intorno al denaro anche sulla pelle di chi già sta soffrendo, e dato che io ci sono passata, non vorrei dare altro dolore o deludere una creatura che si affiderebbe a me. Loro fanno presto ma io ci sono passata e quel destino non lo auguro a nessuno, proprio per questo non vado con leggerezza a prendere decisioni affrettate, mi piacerebbe oh se lo desidero con tutto il cuore, ma non sono un'irresponsabile. Per Rosmir, si certo che la paura è tanta, ma tanto anche il desiderio di attuarlo, io sono vecchietta e un po' acciaccata ma disposta a lavare, cucinare, accudire, fare levatacce eccetera e..amare. Ma come diceva qualcuno qui l'amore non basta per crescere un figlio. Anche se è la parte indispensabile. Per Olmoelisa, guarda che i miracoli sono rari, un conto ospitare i ragazzi in ufficio, un conto accordare qualche part time, da me sono stati concessi, un conto pagare una dipendente con bonus, le altre "vere" mamme mi scuoierebbero viva. Se non sarٍ in grado di farlo a malincuore e con grande sofferenza rinuncerٍ, per me sarà l'unica e l'ultima possibilità. Ma vediamo cosa succede venerdى. Grazie per il vostro sostegno e i vostri graditi consigli

                        Comment


                        • #13
                          Parlo per esperienza diretta. Anche le comunità non ricevono i soldi dai comuni e la regione non interviene. Anche per quanto riguarda le spese mediche , la regione Lombardia prevede logopedista, psicologa, ma poi i comuni fanno come gli pare, cioè non rimborsano

                          Comment


                          • #14
                            E la regione se ne lava le mani

                            Comment


                            • #15
                              NOAH. l"unica davvero è, chiedere chiaramente ai serv. se erogano sto benedetto contributo e in che misura, detto i soldoni quanto al mese???
                              in base a quello, fai i tuoi conti..perchè giustamente di solo amore e..aria..non si vive!!

                              Anni fa, parlando con una delle tante operatrici che si alternavano agli incontri protetti, mi spiegٍ che i soldi che ci vengono erogati provengono anche da un contributo che il Comune impone alla famiglia bio, se questa ha reddito certo, poi che anche la Regione interviene se serv. So per certo che il padre bio di Matti ha versato fino ai 18 anni.
                              Anni fa, la Regione ci "regalٍ" mille euro in 3 "rate" come contributo forfait all"affido. questo penso a tutte le famiglie affid. <lombarde.
                              Ecco, basta non si altro!!

                              Comment

                              Working...
                              X