Lungo il fiume che disseta e avvelena Jadibuti. In un quartiere della periferia di Kathmandu, con il supporto dei volontari di Ai.Bi., un fotografo si è addentrato per gettare uno sguardo dove, nella sottoccupazione e nella precarietà delle risorse, nell’alto rischio di infezione, nel bianco e nero di polvere e cenere, cova un’umanità sorridente e sofferente, passata sotto silenzio. LEGGI TUTTO...

Più...