#iorestoacasa con Ai.Bi.

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Reddito coniugi

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Reddito coniugi

    Ciao a tutti, vi leggo da un po', ma oggi ho trovato il coraggio di scrivere. Quasi 40 anni io, 39 mio marito, stiamo pensando sempre con maggior forza a dare la nostra disponibilità per l'adozione.

    In realtà per me è un'idea antica, l'idea di poter condividere ciò che ho ricevuto dalla mia famiglia (cultura, amore, stabilità economica) con un bimbo che è stato più sfortunato di me.

    Per mio marito è un'idea che è nata solo dopo aver frequentato me, quindi abbastanza "fresca". Ha soprattutto un dubbio: lui per lo stato risulta essere un "casalingo". L'azienda per la quale lavorava ha chiuso un anno fa. Io sono la titolare con partita IVA di una piccola azienda.

    Quindi per ora lavoro solo io. Lui mi aiuta e segue mille attività fuori casa e mille cose di famiglia, in realtà nessuno di noi sta mai fermo.

    Lui teme però che, risultando disoccupato, venga considerato non idoneo, nonostante economicamente siamo molto tranquilli. Io gli rispondo che quel che conta è la stabilità economica generale della coppia, altrimenti a questo punto dovrebbero temere di essere non idonee tutte le donne "casalinghe" come mia madre. Anzi, il fatto che svolgiamo entrambi attività con orari elastici e che siamo intercambiabili per molte cose, non potrebbe essere piuttosto un punto a favore?

    Ho ragione o sono troppo ottimista? Ci chiederanno anche dei beni immobili o solo il reddito aziendale? Mio marito ha tanti anni di esperienza come educatore e come collaboratore sia in parrocchia che in una casa famiglia, ha conosciuto e aiutato ragazzi con ogni sorta di storie alle spalle, credo che questo valga di più del fatto che un anno fa abbia perso il lavoro... Sbaglio?

    Grazie a chi vorrà rispondermi, e complimenti per il bel servizio che fate in questo forum ricco di interventi cordiali e costruttivi!
    Last edited by ElisaCicis; 28-09-19, 11:05 .

  • #2
    Quello che conta è la stabilità economica del nucleo famigliare. Il fatto che uno dei coniugi sia disponibile a seguire costantemente il bambino normalmente è visto come un vantaggio. Io non mi farei problemi a presentare la disponibilità, vista la vostra situazione. In sede di domanda vengono valutati tutti i beni di famiglia, quindi anche eventuali immobili di proprietà. Non è necessario però essere proprietari di immobili, conosco molte famiglie che hanno adottato pur abitando in immobile in affitto. Vedrete che le regole e le eventuali limitazioni sono molto meno restrittive di quello che si immagina. Buon cammino!

    Comment


    • #3
      Grazie delle informazioni <3

      Comment

      Working...
      X