#iorestoacasa con Ai.Bi.

Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Adottare qui in Russia non è cosى difficile

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Adottare qui in Russia non è cosى difficile

    Salve a Tutti

    Mi chiamo Dario e scrivo dalla Russia dove con mia moglie ci siamo trasferiti da qualche anno. Abbiamo già un bambino che ci rende felici ma ci siamo decisi ad adottarne uno qui perché dopo aver visto delle trasmissioni tv sulla vita triste che conducono negli orfanotrofi; avendo la possibilità di farlo, non ci abbiamo pensato due volte.
    Nel giro di qualche mese abbiamo fatto tutte le pratiche, le analisi mediche, il corso e abbiamo presentato la documentazione e adesso stiamo girando per gli istituti.
    E' triste vedere quanti bambini ci sono qui che aspettano un genitore, come ti guardano quando arrivi e quando te ne vai.
    Scrivo questo messaggio perché mi viene la rabbia a pensare che tanta gente in Italia vorrebbe fare quello che noi abbiamo fatto in pochi mesi e spendendo pochissimo ma non puٍ a causa della distanza, della lingua, delle difficoltà burocratiche e delle organizzazioni che ci speculano sopra.
    Ora volevo dire a queste persone che non è cosى difficile e siamo disponibili ad aiutare chiunque ne abbia bisogno con un supporto sul posto offrendo qualsiasi informazione o traduzione o spiegando dove rivolgersi e cosa fare cosى come abbiamo fatto noi.

  • #2
    Dario il tuo pensiero è bello e bello è che tu intenda aiutare i bambini in stato di abbandono. L'iter che avete seguito voi in quanto residenti in Russia è tuttavia un'adozione nazionale, mentre noi dall'Italia possiamo adottare lى solo seguendo le procedure dell'adozione internazionale, che è diverso, e nel caso dell'Italia prevede obbligatoriamente che ci si affidi ad un ente autorizzato (a direttamente alla CAI in situazioni molto particolari) diversamente si configurerebbe come un percorso illegale, che oltre ad essere un reato non porterenne al riconoscimento della sentenza ecc. ecc. Quindi l'unico supporto che potreste dare a coppie che si affidano a un ente è sicuramente se ne capitassero dlle vostre parti in corso di adozione quello di amicizia e vicinanza e consigli pratici (dove mangiare, dove dormire, lughi dove passare il tempo con i bimbi ecc.) e già quello non sarebbe poco :-)
    Buona vita alla vostra bella famiglia!

    Comment


    • #3
      Ciao Sissi, grazie per la risposta. Purtroppo non sono esperto di leggi italiane in adozioni internazionali, ho solo chiesto qui all'orfanotrofio se fosse stato possibile adottare anche se fossimo stati due italiani e mi hanno risposto che per loro non ci sarebbe stato alcun problema, purché i documenti dall'Italia siano tradotti e apostillati.
      Cmq se qualcuno capita da queste parti (Ufa, Baschiria) siamo disponibili a dare una mano.

      Comment


      • #4
        Riporto quanto ho già scritto nell'altro post gemello che hai pubblicato: Caro DarioC, prima di dare false speranze e illusioni dovresti sapere che ai cittadini Italiani NON E' PERMESSO per legge adottare senza rivolgersi ad Enti Autorizzati dalla CAI. Quello che tu proponi sarà forse legale in Russia ma in Italia non si puٍ rientrare con un minore adottato senza aver avuto l'autorizzazione dalla CAI che ha preventivamente avuto comunicazione di quale Ente ha seguito la Coppia.
        Inoltre mi sembra alquanto triste leggere che state "girando per istituti" come se uno facesse un giro al canile... la proposta di abbinamento la fanno le autorità Russe e non si ottiene "girando per istituti"... Infine sulle 'organizzazioni che ci speculano sopra vorrei sapere a cosa ti riferisci, altrimenti è solo una illazione.
        Il problema dei costi c'è, ma è perchè purtroppo lo Stato Italiano non riconosce quasi nulla. Gli Enti fanno quello che possono e se vogliamo avere a che fare con persone preparate che ti indirizzano bene nell'interesse dei bambini questa gente andrà anche pagata. Io diffido e diffiderٍ sempre di queste "scorciatoie" che vengono proposte e mi riservo di segnalare alle autorità competenti Italiane e Russe il tuo post. Non si specula sulle speranze delle persone e non si propongono strade impraticabili. Alle coppie dico: rivolgetevi a un ente serio e non date retta a questi personaggi.

        A tutti ricordo che il Ministero dell'Istruzione Russo ha messo online questa guida, in Italiano, che riassume tutto il percorso adottivo per i cittadini stranieri. http://www.adoptinrussia.ru/it/ dove tutto è spiegato molto chiaramente e si capisce anche chiaramente che, anche se fosse legale in Italia, il fai da te è pressochè impossibile.

        Infine ricordo che l'adozione di un bambino da parte di un cittadino straniero in Russia passa attraverso la decisione di un Tribunale dei Minori Russo e l'istituto esprime, tramite i suoi rappresentanti, solo un parere, ma alla fine la decisione la prende un Magistrato Russo. Quindi all'istituto non possono aver proprio promesso nulla.

        Cari genitori adottivi presenti e futuri: diffidate da questi 'filantropi' che imperversano sui forum. Non si capisce perchè uno (che tra l'altro non ha ancora adottato) possa dare consigli su come "fare prima"... il sospetto che dietro si nasconda qualcosa d'altro viene.

        Comment


        • #5
          Salve "Broken", ti ringrazio per la risposta che riporta altro materiale che puٍ tornare utile.
          Innanzitutto io ho un nome e un cognome, Dario Cannata che si vede chiaramente dal mio nickname e dalla mia mail, tu invece "Broken" a prima vista ti celi nell'anonimato. Piacerebbe anche a me sapere i tuoi estremi, affinché io possa, nel caso ritenga che ci siano gli estremi, querelarti.
          Ti rispondo:
          1) Non do false speranze e illusioni, ho scritto chiaramente che la mia esperienza viene da ciٍ che ho vissuto e sto vivendo. Non mi sono spacciato né per associazione né per ente autorizzato, se leggi è scritto a chiare lettere.
          2) "Girando per istituti" è esattamente quello che stiamo facendo, poiché quى in Baschiria ci sono diverse strutture per i bambini e in diverse città: Ufa, Sterilitamak, Birsk ecc ecc. Non ci hanno proposto nessun abbinamento.
          3) Riguardo alle organizzazioni che ci speculano sopra è il motivo per cui ho aperto questa discussione, infatti abbiamo speso circa 10.000 rubli (150e) per gli esami medici, una settimana di corso con attestato (gratis), attestati di residenza, famiglia, lavoro, reddito ecc ecc tanta fila e poco altro. In totale se ci metto anche la benzina arriviamo forse a 500€, quando leggo 40.000 euro per un bambino non capisco proprio come si possa arrivare a quelle cifre.

          Ti invito cortesemente a moderare i toni poiché come ho specificato non sono un "filantropo" e neanche un ente autorizzato ma solo un genitore (con un buon avvocato).

          Ciao

          Comment

          Working...
          X