Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Raccontami il tuo percorso

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Raccontami il tuo percorso


    Ho pensato sia molto carino e utile raccontare il proprio percorso adottivo.
    Puٍ essere utile per chi si avvicina all'adozione e per chi è all'inizio.

    Ringrazio in anticipo chiunque renderà partecipe, della propria esperienza, la grande famiglia del forum

    Abbracio aperto.gif

  • #2
    .................................................. ....
    Last edited by Emi; 15-05-12, 04:36 .

    Comment


    • #3
      Ciao

      Il nostro percorso è stato abbastanza semplice.

      Noi da quando abbiamo deciso di sposarci avevamo espresso il desiderio di tre figli di cui almeno uno adottivo.

      Dopo sposati, ci siamo andati a informare e abbiamo scoperto che ci volevano tre anni di matrimonio .

      Non passando mai, un amico ci ha detto della possibilità dell'accoglienza di minori dell'Ucraina provenienti da istituto o da famigle povere, e lo ringrazieremo a vita di questa possibilità.

      Ai tre anni di matrimonio abbiamo iniziato a fare tutti i documenti e le analisi da presentare insieme alla domanda al tribunale dei minori del capoluogo di regione.
      Ci è costato un mese in più, perché ad agosto erano sempre in vacanza e abbiamo potuto depositare il 1 settembre 2010.
      A fine settembre siamo stati chiamati dai servizi sociali e a fine ottobre abbiamo finito i colloqui.
      A dicembre abbiamo saputo che la domanda era ferma perché il commissariato di polizia non aveva inviato le informazioni necessarie al tribunale. Ci siamo attivati e prima di natale anche questo documento è arrivato.
      A marzo ci siamo preoccupati di non aver avuto notizie e fortunatamente il grandissimo cancelliere ci ha detto di non preoccuparci che cerano stati dei rallentamenti ma che a breve saremo stati chiamati. Cosى è stato il 12 aprile siamo stati convocati per l'udienza che è durata pochissimo.
      Nel frattempo, su consiglio dei servizi sociali, abbiamo iniziato a informarci presso i vari enti per scegliere quello che ritenevamo giusto.
      Devo dire che purtroppo quelli più vicini sono stati scartati dalla conversazione telefonica, altri dall'incontro informativo, un paio anche se ci sono piaciuto dai pochi paesi di destinazione.

      Abbiamo lasciato per ultimo l'ente che ci aveva più di tutti (tra quelli pi vicino a casa) colpito per chiarezza, trasparenza e disponibilità e ad aprile abbiamo seguito il corso informativo che ci ha confermato che era loro il ns ente.
      A maggio, senza avere ancora il decreto, ci hanno permesso di seguire il corso maturativo di sostegno.
      Ci hanno portato bene perché siamo stati nel frattempo chiamati a ritirare il decreto, che perٍ ci limitava a due, nonostante una splendida relazione dei servizi sociali. Quando finirٍ chiederٍ spiegazione ai due giudici di come hanno fatto a prendere questa decisione in 5 minuti. Non se la spiega neanche l'ente e i servizi sociali, perٍ su consiglio del grandissimo cancelliere abbiamo desistito a fare ricorso.

      Noi eravamo per tre o quattro fratelli e cosى hanno impedito a un gruppo di fratelli di trovare famiglia. COMPLIMENTI

      Abbiamo fatto il colloquio psicologico a fine maggio, i primi di giugno abbiamo ricevuto il mandato da firmare che abbiamo spedito il 09 giugno 2011 (il giorno del compleanno della Principessa Nastia).
      verso il 20 giugno ci hanno chiamato per riferirci il paese di destinazione La COLOMBIA (noi avevamo indicato il sud america sperando Colombia o al limite Brasile).

      Il 24 giugno abbiamo ricevuto l'elenco dei documenti che abbiamo fatto come una furia, anche perché il 30 arrivava la principessa e dovevamo stare con lei.

      Abbiamo fatto tutto in tre giorni (è un paese piccolo) ma purtroppo abbiamo dovuto aspettare l'unico medico (in ferie) che ha la firma depositata in prefettura.
      Il 09 luglio siamo riusciti ad inviare la raccomanda 1 con tutti i documenti alla sede centrale.
      Il 12 non appena li hanno ricevuti ci hanno chiamato per fissare un incontro, nella sede da noi scelta, per il 19 luglio perché insieme ai documenti da noi fatti era necessaria una relazione integrativa e un test psicologico.

      Alla fine il 19 oltre queste cose ci hanno letti la storia dei nostri due figli, J 10 anni il 23 agosto e J. 8 anni il 10 dicembre.
      Due maschi noi che impazziamo per le principesse.

      Volevamo che ci pensavamo qualche giorno, ma noi avevamo scelto e abbiamo chiesto un momento di rimanere da solo.
      Il tempo di dirci in un minuto che eravamo super fortunati e abbiamo chiamato la referente per firmare l'abbinamento.

      Eccoli i nostri figli:
      http://www.aibi.it/ita/figli-in-atte...heda-1311.html


      Ora siamo in attesa che l'ICBF accetti noi come coppia e sopratutto l'abbinamento. L'ente dice che è sicuro al 100% e che tra dicembre e gennaio avremo notizie e partiremo dopo pochissimo.

      Aspettiamo e oggi sono 4 MESI CHE SIAMO GENITORI DI J. & J.

      Vi aggiorneremo dell'evoluzione

      IN BECCO ALLA CICOGNA A TUTTI VOI

      Comment


      • #4
        La nostra storia ha de
        Last edited by Carmy; 02-12-11, 12:15 . Motivo: per più di un'ora ho scritto la mia storia,ma qualcosa deve essere andato storto..................compaiono solo le prime 2 parole!!!!!!!!!

        Comment


        • #5
          ................................................
          Last edited by Emi; 15-05-12, 04:37 .

          Comment


          • #6
            grazie grazie grazie, non vedo l'ora di scrivere la mia.

            Comment


            • #7
              Anche io riposto la mia storia adottiva......il mio amico Jimmy già la conosce perchè ci lega la terra del mio cucciolo e della sua principessa: l' Ucraina.

              Quello che sia io che mio marito avevano per sogno era di adottare un bimbo indipendentemente se avessimo avuto figli biologici e cosى quando abbiamo pensato che fosse il momento giusto, dopo varie esperienze di accoglienza con bambini bielorussi, abbiamo chiesto a nostro figlio se era d'accordo con noi, chiaramente abbiamo fatto tutto il percorso con i servizi sociali insieme a lui anche l'assistente sociale parlٍ con lui, solo il giudice del TDM non ritenne opportuno parlarci visto la relazione ottima che avevamo.
              Prima di partire per l'Ucraina non abbiamo preparato la cameretta che doveva servire per tutti e due perchè non eravamo sicuri di riuscire ad adottare, alcune coppie purtroppo avevano vissuto degli insuccessi e allora decidemmo che una volta tornati con il bimbo avremmo tutti insieme arredato la cameretta.
              Il mio primogenito a quell'epoca aveva quasi 13 anni e desiderava un fratellino, ma noi gli avevamo detto che non potevamo scegliere nè il sesso nè l'età, dovevamo stare al destino, ma lui prima che noi salissimo le scale del DAP al secondo abbinamento ci disse che sarebbe stato un maschio di nome Alessandro e cosى fu!!!!
              Quando si sono conosciuti nella stanza della direttrice dell'istituto dove stava mio figlio, lui la prima cosa che ha notato è stato quello che poi sarebbe diventato il suo "fratellone" dall'inizio l'ha chiamato cosى ed ancora oggi, spesso lo fa.
              Come già scritto in un altro post sono sicura che se non ci fosse stato lui molto probabilmente non ci avrebbe accettato perchè veniva da una situazione famigliare senza nessun legame sebbene sia stato con sua madre ( ma non credo sia vero del tutto ) ben 5 anni.....ma lui si ricordava solo delle 3 nonne che aveva ( molto probabilmente anziane che per i soldi statali lo avevano tenuto ).
              Sin dall' inizio in Ucraina si è appoggiato a suo fratello per tutto, il cibo, il vestire, il gioco ma specialmente perchè si è sentito protetto e amato incondizionatamente.
              Il primo giorno di scuola, dopo 40 giorni dal suo arrivo, in prima elementare lo ha accompagnato lui anche il primo giorno al corso di nuoto gli ha fatto vedere come funzionava anche nello spogliatoio.
              E poi all'inizio, grazie a lui ha imparato la lingua perfettamente, la televisione ma anche l'aver introdotto nella sua cerchia di amici sebbene ci siano 6 anni di differenza. Certo oggi hanno amici diversi ma poi continuano a giocare insieme a calcio, alla playstation ed altro.**
              Per molto tempo scendeva dal suo letto a castello per dormire sotto nel letto di suo fratello e la mattina li trovavamo insieme.
              Per noi è stata una vera avventura insieme la nostra adozione e credo che tutti i bimbi che avranno un fratello/sorella dovrebbero vivere questa esperienza insieme ai genitori....anzi credo che sia giusto che aprino gli occhi verso delle realtà a loro sconosciuta.
              Chiaramente anche loro litigano ma credetemi Alessandro quando guarda suo fratello ( brat in ucraino ) gli brillano gli occhi, il suo primo pensiero è per lui e lo stesso fa Simone ( anche se è ormai grande cerca di non farsene accorgere ).
              Per ultimo vi dirٍ che quando abbiamo avuto la sentenza in Ucraina il giudice a noi futuri genitori ci ha rivolto solo una domanda, mentre a nostro figlio lo ha tempestato di domande per prima cosa se era adottato o biologico e poi voleva sapere se sarebbe stato geloso o lo avrebbe aiutato......quando siamo usciti dalla stanza lui era rosso come un pomodoro....per la vergogna.
              Ora ci ritroviamo in quattro in famiglia e ogni estate riusciamo ad accogliere un bimbo bielorusso che ci riempie letteralmente di gioia la casa!!!!!!

              Comment


              • #8
                ................................................
                Last edited by Emi; 15-05-12, 04:37 .

                Comment

                Working...
                X