Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Doppia cittadinanza

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Doppia cittadinanza

    .................................................. ....
    Last edited by Emi; 15-05-2012, 15:28.

  • #2
    Credo dipenda dallo stato in cui si adotta. I bimbi provenienti dal Brasile mantengono la cittadinanza brasiliana a vita.

    Comment


    • #3
      Minori adottati in Ucraina: scelta della cittadinanza alla maggiore età

      La Legislazione italiana dispone che il bambino straniero adottato da cittadini italiani segua la cittadinanza dei genitori adottivi e quindi ha doppia cittadinanza (italiana e ucraina) fino a 18 anni. La legge ucraina prevede che essi conservino la cittadinanza dei genitori adottivi solamente fino a 18 anni di età, momento in cui l'adottato dovrà recarsi presso il Consolato ucraino competente per residenza ed effettuare l'opzione per l'una o l'altra cittadinanza. ب importante quindi che al compimento del 18 anno di età il ragazzo ucraino eserciti l'opzione di scelta, rinunciando alla cittadinanza ucraina per mantenere quella italiana. Se ciٍ non avvenisse, qualora il ragazzo dovesse recarsi in Ucraina, potrebbe (come cittadino ucraino) essere chiamato a rispondere a tutte le incombenze cui sono chiamati i cittadini ucraini, tra cui il servizio di leva. In merito al passaporto quindi, nel caso di minori provenienti dalla Repubblica di Ucraina, va ricordato che permane l'obbligo della registrazione consolare entro un mese dall'arrivo in Italia, fatta dai genitori ed anche l'obbligo del rinnovo del passaporto, come da impegno assunto da ogni coppia, al fine di mantenere la cittadinanza ucraina fino al compimento del 18 anno di età, momento in cui verrà appunto operata la scelta di cittadinanza.


      Minori adottati in Federazione Russa: scelta della cittadinanza alla maggiore età

      I ragazzi provenienti dalla Federazione Russa godono, fino a 18 anni, della doppia cittadinanza. Infatti per disposizione dell'art. 14, comma 2, dell'Accordo, ratificato fra la Repubblica Italiana e la Federazione Russa, il minore adottato acquista la cittadinanza dello Stato di accoglienza con decorrenza dalla data di passaggio in giudicato della sentenza di adozione nello Stato di origine e conserva la cittadinanza dello Stato di Origine. Affinché il minore russo adottato possa mantenere il diritto alla doppia cittadinanza è necessario registrarne l'ingresso in Italia entro tre mesi presso le Autorità Consolari russe, cosa che ogni famiglia che ha adottato con S.P.A.I. fa individualmente o per il tramite dell'Ente. Tale obbligo è particolarmente importante per i minori maschi poiché, una volta registrati, saranno esentati dal prestare servizio di leva per il proprio paese natio (e in Russia la leva è particolarmente gravosa). Il Consolato Russo presso cui viene effettuata la registrazione appone un timbro sul passaporto del minore a prova dell'avvenuto inserimento nella proprio banca dati, e sarà, poi, sufficiente che detto passaporto venga rinnovato ogni 5 anni per garantire al minore il mantenimento della doppia cittadinanza. Una volta giunto il compimento del 18° anno d'età, e solo in questo momento, l'adottato potrà esercitare il diritto di opzione ed esprimere formalmente, ove lo voglia, la propria eventuale rinuncia alla cittadinanza russa presso le competenti Autorità Consolari Russe operanti in Italia. In caso contrario, egli continuerà a mantenere la doppia cittadinanza semplicemente rinnovando il proprio passaporto.

      Comment


      • #4
        cara Emi, noi abbiamo adottato in Etiopia. al momento mio figlio ha il doppio passaporto. mi hanno spiegato che alla scadenza del passaporto etiope dovremmo decidere noi cosa fare. se mantenere o meno la doppia cittadinanza. se avessi avuto una figlia femmina non mi sarei nemmeno posta la questione ma dal momento che ho un figlio maschio... e sono un po' preoccupata per il richiamo alle armi, stiamo seriamente valutando la possibilità di togliergli la cittadinanza etiope.
        penso, dunque, dipenda dal paese in cui deciderai di adottare...
        un caro saluto

        Comment


        • #5
          .................................................. ....
          Last edited by Emi; 15-05-2012, 15:28.

          Comment


          • #6
            La mia esperienza è questa:

            io italiano, mia moglie spagnola, mia figlia maggiore (bio) italiana in quanto figlia di italiano e spagnola in quanto figlia di spagnola, mia figlia minore (ado) colombiana per nascita, italiana in quanto figlia di italiano e spagnola in quanto figlia di spagnola.
            Insomma nella classifica familiare per numero di passaporti vince la piccola (3), seguita dalla grande (2).
            E' qualcosa che hanno "in più" i nostri figli? Io credo di sى (ed ovviamente non mi riferisco al numero di passaporti). Un albero con radici molto ramificate secondo me cresce più forte e rigoglioso.

            In ogni caso mi pare di ricordare che l'avvocato in Colombia ci ha spiegato che la piccola ha il diritto a mantenere la cittadinanza colombiana fino a che non sia lei che eventualmente decida di rinunciarvi (una volta maggiorenne).

            Salutoni

            Silvio

            Comment


            • #7
              Spero che qualcuno potrà aiutarmi....
              Sono stata adottata a fine anno del 2001 in Ucraina, ormai sono maggiorenne... Ho provato chiamare L'Ambasciata Ucraina non mi ha mai risposto nessuno, nemmeno alle e-mail..
              Ho provato chiedere delle informazioni ad AIBI, ma non sono riusciti darmi una risposta concreta, perché nemmeno loro lo sanno. Io purtroppo vivo a Torino e non ho possibilità a recarmi personalmente a Milano per risolvere questo problema...
              il mio prob è:
              - non so se ho la doppia cittadinanza, io ho perfino passaporto italiano e tutti documenti possibili dove dice che ho la cittadinanza italiana, il problema è che se mi fermano i carabinieri a loro risulto straniera, stessa cosa capita in banca. Credetemi non è una cosa divertente e io non ne posso più.
              Non so se mi provocherà qualche problema in futuro, spero di no.
              se qualcuno ha qualche informazione da condividere, la prego di rispondermi qui o ancora meglio su email: [email protected]
              Grazie
              Anastasia.

              Comment


              • #8
                Anastasia sicuramente non ti saro'di aiuto ma,ti porto la mia esperienza,noi abbiamo adottato nel 2008,un bimbo di 18 mesi(in ucraina),e gia'con il decreto di adozione emesso dal tdm nostro figlio risultava essere cittadino italiano,quando raggiungera'la maggiore eta'dovremmo come da legge,o meglio nostro figlio,dovra'rinunciare ad una delle cittadinanze,scegliere insomma quale cittadinanza mantenere.A mio avviso dovresti sentire il tdm di riferimento,loro sapranno indicarti la strada,evidentemente c'e'qualche errore che va assolutamente corretto.Un abbraccio!!

                Comment


                • #9
                  io sono stata adottata prima della nuova legge, creda che valga anche per me??? mia madre mi ha ricordato una telefonata con l'aibi di milano, la ragazza ha detto che secondo lei.. io qui in Italia ho la cittadinanza solo italiana, invece in Ucraina ho quella doppia... ma non era sicura..
                  grazie mille della risposta.

                  Comment


                  • #10
                    Ciao Anastasia, ti posto tutti i recapiti dell' Amabasciata Ucraina, io gli ho scritto un'email e dopo poco ho ricevuto risposta, prova a farlo anche tu:

                    Ambasciata di MILANO:

                    Via Ludovico Di Breme, 11
                    20156 Milano (MI) Tel: 0039 02 869-95-789 / 0039 02 869-98-814
                    Fax: 0039 02 869-84-863

                    Il Consolato Generale d’Ucraina a Milano è aperto al pubblico: lunedى, martedi, mercoledى, giovedi, venerdi dalle ore 9 alle ore 13 e dalle ore 15 alle ore 17.
                    Il mercoledi l'Ufficio Consolare riceve i visitatori solo nel caso di massima urgenza dalle 10.00 alle 12.00.
                    Il consolato di Milano rivolge le sue attività ai residenti delle seguenti regioni:
                    Piemonte, Liguria, Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Veneto, Val d’Aosta e Emilia Romagna.

                    Ambasciata di Firenze:

                    Piazza Alberti, 16 - 50136 Firenze (FI)
                    Tel: 055 677064
                    Email: [email protected]
                    L'ufficio diplomatico, con competenza su Toscana e Umbria
                    Console onorario è il Sig. Angelo Vidaich.


                    Ambasciata di ROMA:

                    Via Guido D'Arezzo 9, 00198 ROMA
                    Tel: 0039 06 8412630 / 0039 06 8413345
                    Fax: 0039 06 8547539

                    E-Mail Consolato Ucraino di Roma: [email protected]
                    Sito web Consolato Ucraino di Roma: http://www.amb-ucraina.com/Partiinde...incipaleit.htm


                    Ambasciata di NAPOLI:

                    presso il Centro direzionale di via G. Porzio, 4 (isola B-3) Napoli
                    Il consolato è aperto al pubblico lunedى, martedى, giovedى e venerdى, dalle ore 9.15 alle 13.
                    Il lunedى e giovedى anche di pomeriggio, dalle 15 alle 17.
                    Tel: 0039 081 787 54 33
                    Fax: 0039 081 605 78 67

                    Non capisco perٍ quando tu dici che hai problemi con i carabinieri ( non dovresti risultare straniera ma solo nata in un'altro stato ) e con la banca, hai la cittadinanza italiana e allora ? dove sta il problema ?.
                    So anch'io come Flora che ha 18 anni bisogna rinunciare alla cittadinanza o italiana o ucraina.

                    Comment


                    • #11
                      Great post american progressive life insurance really like it

                      Comment

                      Working...
                      X