Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Inserimento scuola

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Inserimento scuola

    Stamattina abbiamo iscritto Artur a scuola vicino casa, ma siamo perplessi: abbiamo spiegato loro che Artur frequentava la seconda classe (non essendo mai andato a scuola prima dell'istituto) ma una circolare ministeriale prevede l'inserimento secondo l'anno di nascita, per cui l'hanno inserito in quarta classe, riservandosi poi di valutare le effettive conoscenze scolastiche.
    Secondo noi è una stupidaggine, qui in Italia dovrebbe frequentare la prima elementare, in quanto va "smontata" la conoscenza dell'alfabeto cirillico per re-imparare quello italiano. Anche con la matematica era ad un livello basso, effettuavano addizioni e sottrazioni a due cifre, ma senza considerare le cifre di riporto (per non parlare dell'incolonnamento delle operazioni, che non effettuavano).
    Magari riuscisse a partire dalla quarta, ma abbiamo seri dubbi...
    In un altra scuola ci hanno fatto delle paranoie assurde, tipo volevano i documenti dell'istituto per valutare il grado di apprendimento e la classe frequentata (se non fosse stato per la referente non avremmo avuto neanche i suoi quaderni...)
    Insomma, vediamo un certo "fai da te", gente che si inventa le cose da richiedere o altro... credo sia un problema comune, ma spero che non tutti abbiano questa sensazione negativa riguardo alla scuola elementare italiana.

  • #2
    Ciao Jeawrong

    Noi appena siamo stati abbinati a J&J ci siamo un pٍ informati. Ci è stato detto (è stato anche applicato ad altri bimbi/e adottati) che è preferibile inserirli in una classe inferiore, se non troppo differenti di età, e successivamente se i bimbi dimostravano di colmare il gap, di spostarli di una classe in avanti.

    Ne abbiamo parlato sia con due direttori di scuola che con i servizi sociali. La psicologa dei servizi sociali ha anche aggiunto che inserirli in una classe superiore se poi è necessario portarli nella classe inferiore o affiancarli insegnanti di sostengo, per i bimbi potrebbe essere una cosa negativa.

    Ci vuole pazienza in tutto

    Comment


    • #3
      Non è vero nulla Jeawrong i bimbi non si inseriscono in base all'anno di nascita perchè mio figlio Alessandro nato nel 2000 ed arrivato nel 2007 in Italia e come sai in Ucraina i bimbi vanno a scuola a 7 anni per cui lui non c'era mai stato è stato inserito in Prima Elementare senza nessun problema...........io personalmente penso che sia più giusto inserirli gradatamente meglio ad una classe inferiore, so che a Firenze in alcune scuole elementari viene fatto un piccolo test per capire quale sia la classe più giusta da frequentare per il bimbo ado.
      Per una coppia di miei amici che hanno adottato un bimbo in ua nel nostro periodo ma più piccolo dato che alla scuola materna che ha frequentato qui in Italia gli avevano consigliato di non inserirlo a 6 anni in prima elementare ( perchè non era pronto ) non hanno richiesto nessun certificato medico ma lo hanno tenuto un anno in più alla materna e poi a 7 anni è andato in prima elementare.
      Ma come sempre l'Italia è diversa in tutto e per tutto figurarsi con la scuola...........dipende da chi trovi.........

      Comment


      • #4
        Sono mamma di un biondo ucraino arrivato nel 2008 all'eta' di 9 anni
        In istituto per problemi legati alla famiglia biologica frequentava la seconda elementare e quando e' arrivato in Italia, d'accordo con gli assistenti sociali e la coordinatrice scolastica, abbiamo deciso di inserirlo di due classi in meno rispetto alla sua eta'
        La scuola e' paritaria, quindi paghiamo una retta, e non ci e' stato fatto nessun problema e nessuna richiesta
        Ovviamente questi bimbi devono imparare il nostro alfabeto e tanto altro e sinceramente, caro jeawrong, pensando a un bambino appena arrivato e "buttato" in quarta elementare con compiti e stu*** e senza saper leggere e conoscere la nostra lingua mi sembra davvero azzardato
        Per la mia esperienza personale, poi dipende da bambino a bambino, la nostra scelta e' stata a dir poco miracolosa, nel senso che ora e' quasi il primo della classe con l'orgoglio dei suoi insegnanti, l'apprezzamento dei suoi compagni e adesso anche compagne
        Questi bambini,secondo il mio parere,hanno una sensibilita' molto forte e dopo tutto quello che hanno passato, dopo tutto quello che devono affrontare di nuovo qui una probabile bocciatura sarebbe secondo me pericoloso per il loro equilibrio
        E' solo una mia opinione parlando per esperienza quindi non e' detto che abbia ragione
        Un abbraccio

        Comment


        • #5
          a noi rimandato subito a parlare con la dirigente, quale ci ha consigliato l'iscrizione alla terza classe(abbiamo pensato anche della seconda) e ci ha permesso inserimento dal 5 marzo. mi ha datto i nominativi delle maestre per poter parlare prima dell'inizio, e far vedere la scuola a maxim. non ci ha fatto nessun problema, ma so che anche lei ha adottato un bambino come noi quindi sicuramente conosce più la situazione.
          comunque jeawrong credo che come tante cose in italia tutto dipenda dalla persona che trovi davanti, cioè mi sembra assurdo...

          Comment


          • #6
            nel nostro caso...arty è arrivato a 7 anni in italia e non avendo frequentato mai alcun tipo di scuola in ucraina...sono andata a parlare con la direttrice che mi ha detto che per legge doveva essere iscritto in seconda seguendo l'età anagrafica...ma alle mie perplessità visto che non era mai andato a scuola...mi ha permesso di iscriverlo in prima...quindi per il sistema italiano risulta indietro di una classe...

            Comment


            • #7
              Originariamente Scritto da ingrid Visualizza Messaggio
              Sono mamma di un biondo ucraino arrivato nel 2008 all'eta' di 9 anni
              In istituto per problemi legati alla famiglia biologica frequentava la seconda elementare e quando e' arrivato in Italia, d'accordo con gli assistenti sociali e la coordinatrice scolastica, abbiamo deciso di inserirlo di due classi in meno rispetto alla sua eta'
              La scuola e' paritaria, quindi paghiamo una retta, e non ci e' stato fatto nessun problema e nessuna richiesta
              Ovviamente questi bimbi devono imparare il nostro alfabeto e tanto altro e sinceramente, caro jeawrong, pensando a un bambino appena arrivato e "buttato" in quarta elementare con compiti e stu*** e senza saper leggere e conoscere la nostra lingua mi sembra davvero azzardato
              Per la mia esperienza personale, poi dipende da bambino a bambino, la nostra scelta e' stata a dir poco miracolosa, nel senso che ora e' quasi il primo della classe con l'orgoglio dei suoi insegnanti, l'apprezzamento dei suoi compagni e adesso anche compagne
              Questi bambini,secondo il mio parere,hanno una sensibilita' molto forte e dopo tutto quello che hanno passato, dopo tutto quello che devono affrontare di nuovo qui una probabile bocciatura sarebbe secondo me pericoloso per il loro equilibrio
              E' solo una mia opinione parlando per esperienza quindi non e' detto che abbia ragione
              Un abbraccio
              Jeawrong, sono d'accordo con Ingrid. Fatevi sentire e penso sia molto negativo per lui inserirlo in quarta classe. Due anni fa è arrivata una bimba che aveva compiuto appena 9 anni ad Agosto e l' hanno inserita nella classe di mio figlio (terza). La bimba in Ucraina non era quasi mai andata a scuola. Ora ha recuperato, ma ti assicuro che il primo anno è stata per lei una tragedia tanto si è stressata. Non fermarti alla prima scuola e vedete bene. Ti assicuro che ce ne sono in giro di incompetenti

              Comment


              • #8
                Mi sento di intervenire in questa discussione perchè lavoro nella scuola statale come assistente amministrativa. Non mi occupo di alunni ma conosco bene i dirigenti scolastici.
                La scuola statale italiana è diventata autonoma, dal punto di vista decisionale, dal 2000. Molti dirigenti scolastici si attengono prettamente ed esclusivamente alle direttive del Ministero della Pubblica Istruzione che, per quanto riguarda l'inserimento di bambini/ragazzi adottati, esige che siano inseriti nella classe corrispondente a quella che frequentavano nel Paese di origine.
                Per quanto mi riguarda O., che sta frequentando l'ottava classe ucraina (corrispondente alla nostra terza media), sarà probabilmente inserita in 3^ media, previo test di ingresso.
                Io lo trovo assurdo perchè non sarà in grado di superare l'esame a giugno.
                Conosco altre realtà nella mia provincia, so di dirigenti scolastici accoglienti e sensibili.
                Io penso di contattare i servizi sociali e di farli interagire in sinergia con la scuola. Fra l'altro gli stessi si sono resi disponibili.
                Quindi dipende tutto da che dirigente scolastico ti trovi davanti e anche da che tipo di corpo insegnanti c'è, dai servizi sociali e da quanta voglia hai di combattere.
                Infatti ci sono insegnanti disposti a supportare i nostri ragazzi dedicando loro più tempo rispetto ai compagni italiani, ma esistono insegnanti che non vedono l'ora che suoni la campanella per scappare a casa o ad occuparsi di altre attività.
                E' una razza, quest'ultima che non si è ancora estinta.
                Ti mando un grande in bocca al lupo.

                Comment


                • #9
                  Anch'io sento di intervenire in questa discussione, essendo insegnante di scuola primaria e mamma adottiva di un bambino che compirà 13 anni il mese prossimo. Quando arrivammo in Italia aveva 9 anni e mezzo, d'accordo con il Dirigente, lo iscrivemmo in classe seconda a metà anno scolastico ( due anni indietro). La maestre furono molto brave nell'adottare strategie didattiche adeguate, a casa fu ed è tutt'ora seguito quotidianamente da mio marito anche lui insegnante e, per fortuna, mio figlio ha un apprendimento molto veloce.
                  L’anno successivo frequentٍ la classe terza e, alla fine dell'anno, sostenne un esamino per passare alla classe quinta, saltando la quarta. Fu molto bravo. Ora frequenta la prima media, si trova un anno indietro, ma noi siamo molto soddisfatti dei risultati che consegue: pagella 1°quadrimestre: media dell'8.
                  E' vero che i risultati dipendono molto dalle persone che trovi nelle varie istituzioni, ma nell'esprimere giudizi cerco di non generalizzare bensى riferirmi sempre e solo alla situazione che vivo personalmente.

                  Comment


                  • #10
                    A noi ci hanno rimandato ai servizi sociali che dovranno fare una valutazione e decidere dove iscriverla. Noi perٍ abbiamo le idee chiare, Yulia compie 7 anni tra poco, non abbiamo nessuna intenzione di farla iscrivere alle seconda, bensى alla prima da Settembre, se i servizi sociali la penseranno diversamente ci faremo sentire, eccome!

                    Comment


                    • #11
                      Originariamente Scritto da Bellevue Visualizza Messaggio
                      A noi ci hanno rimandato ai servizi sociali che dovranno fare una valutazione e decidere dove iscriverla. Noi perٍ abbiamo le idee chiare, Yulia compie 7 anni tra poco, non abbiamo nessuna intenzione di farla iscrivere alle seconda, bensى alla prima da Settembre, se i servizi sociali la penseranno diversamente ci faremo sentire, eccome!
                      Io non capisco come possano accadere queste cose.
                      Che diamine, siamo nella capitale! Per noi è stato cosى semplice, niente servizi sociali, inserimento concordato , eppure viviamo in Molise, terra geograficamente sconosciuta a molti italiani.
                      Fate bene ad iscrivere Yulia in prima a settembre e muovetevi nel modo giusto per ottenerlo, proprio per la serenità della bambina.

                      Comment


                      • #12
                        Originariamente Scritto da Bellevue Visualizza Messaggio
                        A noi ci hanno rimandato ai servizi sociali che dovranno fare una valutazione e decidere dove iscriverla. Noi perٍ abbiamo le idee chiare, Yulia compie 7 anni tra poco, non abbiamo nessuna intenzione di farla iscrivere alle seconda, bensى alla prima da Settembre, se i servizi sociali la penseranno diversamente ci faremo sentire, eccome!
                        Anche io la iscriverei alla prima da settembre. Spero tanto che non dovrete scontrarvi con i servizi sociali, che capiscono l'importanza di iniziare dalla prima elemantare per Yulia. Incrocio le dita per voi

                        Comment


                        • #13
                          Mi sento di intervenire anch'io in quanto insegnante di scuola superiore statale, moglie di un dirigente scolastico di un comprensivo molto grande e soprattutto madre di due magnifici figli adottivi, di cui uno arrivato nel 2010 in italia all'età di 11 anni. Noi fummo costretti a mandare immediatamente il nostro S a scuola perchè mio marito dovette riprendere subito il lavoro ed io, appena tornata dall'UA , finii in ospedale per più di 30 giorni. Mio marito non sapendo come fare in quella difficilissima situazione , spedى nostro figlio immediatamente a scuola e, anzichè inserirlo in prima media, lo iscrisse in 5 elementare. La decisione fu ottima, S ora frequenta con ottimo profitto la prima media. Certamente sia tra i dirigenti che tra gli insegnanti ci sono persone meno disponibili e sensibili, come in tutte le categorie lavorative, ma le soluzioni possono sicuramente trovarsi e si puٍ sempre per il bene dei bimbi agire in deroga alle varie norme.
                          Last edited by isabella65; 16-02-12, 08:04 .

                          Comment


                          • #14
                            Originariamente Scritto da clodimanu Visualizza Messaggio
                            Mi sento di intervenire in questa discussione perchè lavoro nella scuola statale come assistente amministrativa. Non mi occupo di alunni ma conosco bene i dirigenti scolastici.
                            La scuola statale italiana è diventata autonoma, dal punto di vista decisionale, dal 2000. Molti dirigenti scolastici si attengono prettamente ed esclusivamente alle direttive del Ministero della Pubblica Istruzione che, per quanto riguarda l'inserimento di bambini/ragazzi adottati, esige che siano inseriti nella classe corrispondente a quella che frequentavano nel Paese di origine.
                            Per quanto mi riguarda O., che sta frequentando l'ottava classe ucraina (corrispondente alla nostra terza media), sarà probabilmente inserita in 3^ media, previo test di ingresso.
                            Io lo trovo assurdo perchè non sarà in grado di superare l'esame a giugno.
                            Conosco altre realtà nella mia provincia, so di dirigenti scolastici accoglienti e sensibili.
                            Io penso di contattare i servizi sociali e di farli interagire in sinergia con la scuola. Fra l'altro gli stessi si sono resi disponibili.
                            Quindi dipende tutto da che dirigente scolastico ti trovi davanti e anche da che tipo di corpo insegnanti c'è, dai servizi sociali e da quanta voglia hai di combattere.
                            Infatti ci sono insegnanti disposti a supportare i nostri ragazzi dedicando loro più tempo rispetto ai compagni italiani, ma esistono insegnanti che non vedono l'ora che suoni la campanella per scappare a casa o ad occuparsi di altre attività.
                            E' una razza, quest'ultima che non si è ancora estinta.
                            Ti mando un grande in bocca al lupo.
                            Clodimanu è vero chi dirige ed insegna ai nostri figli bio e ado che siano non è in grado di farlo, o almeno ce ne sono pochissimi..........................

                            Comment


                            • #15
                              Grazie ragazzi delle vostre risposte, che hanno confermato i nostri dubbi.
                              Domani torniamo a scuola e chiediamo di farlo entrare al massimo in seconda elementare (se non in prima...), se non sono d'accordo, annulliamo l'iscrizione.

                              Comment

                              Working...
                              X