Annuncio

Collapse
No announcement yet.

La reale situazione medica dei bambini Russi..

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • #16
    la ns bambina si trovava a Perm, scheda medica pessima, nata di 26 settimane ,peso 1kg, intubata per 3 mesi perche' non respirava, tre broncopolmoniti, schisi al palato eccc.....................che disperazione!!!!!!!!!!!!
    comunque abbiamo accettato l'abbinamento, la bambina aveva tutte le patologie descritte ma il pediatra dell'istituto ci ha detto che erano risolvibili, abbiamo portato la scheda medica dopo il primo viaggio anche al ns pediatra che ci ha rincuorato, la bambina e' arrivata in italia a 13 mesi con kg 4,5 di peso, ipotrofica, l'abbiamo operata di palatoschisi,,,oggi ha tre anni ed e sanissima anche se ancora un po' sotto peso,.saluti

    Comment


    • #17
      Originariamente Scritto da nuvola_sulfurea Visualizza Messaggio
      Cara, inanzitutto felice di ritrovarti anche qui...

      Ti ringrazio anche io per tutte le preziose e dettagliate informazioni che hai postato...
      Mio marito ed io avevamo esclusio a priori Russia e Ucraina all'inizio del nostro cammino, proprio per paura delle numerose patologie possibile. Poi - come spesso accade - è stato il nostro ente (di cui ci fidiamo molto!) a consigliarci questo Paese...Perٍ la paura di un abbinamento con un bambino molto malato non passa mai, neanche per un istante!
      Ciao Nuvola cara. Avevo già notato che c'eri anche tu!!
      Il nostronEnte ci ha dato proprio delle fotocopie (quello che ho scritto non erano appunti, ma ho riportato esattamente quanto scritto sulle fotocopie...).
      Se ci daranno altre info, non mancherٍ di postarle.....intanto stiamo aspettando, dopo il corso formativo, che ci chiamino per dare mandato UFFA!
      Un abbrccio a tutti e buon Natale!!!

      Comment


      • #18
        questa discussione è interessantissima, grazie a chi ha postato notizie molto utili.

        Comment


        • #19
          Ciao, volevo sinteticamente riferirvi la ns esperienza, sperando possa essere utile a qualcuno in attesa.
          Noi abbiamo adottato due fratelli russi.
          La diagnosi russa che era arrivata, al momento dell'abbinamento in Italia, per entrambi, era "lesioni perinatali del sistema nervoso centrale e grave ritardo psico-motorio dello sviluppo".
          Quando siamo arrivati in Russia, la pediatra dell'istituto, che ci ha raccontato la storia medica dei bambini, ha riferito una situazione leggermente diversa: il bambino più grande, a parte qualche problemino facilmente risolvibile (tipo carie e Mantoux positiva), era sano e intelligente, mentre il più piccolo ci è stato presentato cosى: "non aspettatevi molto da lui, perché, oltre ad essere bruttino, è gravemente ritardato sia fisicamente che intellettualmente. Volete conoscerlo comunque?".
          Devo dire che a qs parole sono entrata in agitazione e, solo l'incoscienza di mio marito, che è impulsivo, non mi ha dato il tempo di soppesare le parole della pediatra.
          "Lui" è entrato nella stanza dove eravamo e devo dirvi che non era bello, ma aveva una faccina decisamente simpatica; i 4 giorni che siamo stati con lui, non ci hanno permesso di eliminare tutti i dubbi sulla diagnosi della pediatra: non ho dormito, temendo di metterci sulle spalle un fardello troppo oneroso.
          Alla fine abbiamo comunque accettato l'abbinamento.

          Ora a distanza di qualche mese dal nostro ritorno in 4 in Italia non solo ho capito che la pediatra aveva sbagliato la diagnosi su ns figlio e non ne aveva capito l'intelligenza, la simpatia e l'astuzia: è un bambino sano che, in un batter d'occhi, ha recuperato i ritardi che aveva e ora da' la birra agli altri.
          Chiaramente il fratello che già aveva una base più solida, è eccezionale!

          Anche una futura mamma a volte non capisce le potenzialità del suo bambino e io non smetterٍ mai di ringraziare mio marito che mi ha fatto accettare quell'abbinamento!

          Comment


          • #20
            ciao a tutti, volevo segnalare il gruppo
            Gruppo di Genitori che adotteranno o hanno adottato in Federazione Russa con CIFA AIRONE BAMBARCO NADIA , o altri Enti italiani accreditati

            Adozione in Federazione Russa - Adozioni in Russia

            il link è

            http://www.facebook.com/home.php?sk=...039987735&ap=1


            Gruppo di Genitori che adotteranno o hanno adottato in Federazione Russa.
            Sono scambi di idee, emozioni, sfoghi che ritengo siano... molto utili perchè si dialoga con chi ha o sta per vivere l'esperienza della genitorialità adottiva e capisce cosa si prova.
            Last edited by gtorturo; 11-05-12, 01:26 .

            Comment


            • #21
              Originariamente Scritto da elui Visualizza Messaggio
              ciao a tutti!
              sono mamma di una bambina che al momento dell'abbinamento aveva 9 mesi e mezzo,la sua scheda medica era da brividi,patologie gravi, pero' so che mettono a tutti i bambini nati da mamme delle quali non si sa niente acune patologie tipo,ischemia cerebrale,problemi al cuore ecc,perche sono nati da mamme spesso alcoliste o drogate,ma che non spaventano meno.non abbiamo visto la foto,e cosi,come ci ha sempre detto l'ente che spesso cn bambini piccoli le schede sono quasi standardizzate siamo pariti e l'abbiamo incontrata,la mia bambina era pelata o quasi,una testa sproporzionata,ed un colorito che non ci piaceva,pero' nonostante non ci conoscesse e avesse solo 10 mesi ci sembrava sveglia e attiva a tutti gli stimoli.pero' dall'abbinamento al primo incontro e anche dopo durante i 4 mesi di attesa abbiamo avuto il dubbio se avesse vermente qualcosa oppure no,chi poteva dirlo,noi non abbiamo chiesto ulteriori esami perche lei era la nostra bambina in ogni caso,pero' eravamo in ansia perche non sapevamo effettivamente cosa avesse.una cosa che ci fece guardare tutto con positivita'(amore a parte) era che la scheda di un'altra bambina abbianata ad un0altra coppia con noi al primo viaggio avesse le stesse patologie,o era un caso raro o era falso,e dopo quesi 2 anni che sta con noi posso dirvi che era falso,la mia bambina ad oggi sta bene non ha niente di tutto quello che c'era sulla scheda medica.pero' i dubbi ci sono venuti molte volte,non e' facile adottare in russia,non e' facile accettare un babino malato,non e' facile vivere con l'incognita della sua salute ma questo e' il nostro cammino di genitori.ovviamente noi ci siamo fidati dell'ente perche loro ci hanno rassicurato che da quell'istituto i bambini non uscivano se non sani,che spesso le schede vengono gonfiate.pero' c'e' anche chi si e' scontrato con l'altra realta quindi con bambini veramente malati e pensa giustamente che el schede russe non sono gonfiate.quello che mi sento di dire e' di chidere all'ente tutto,tutto tutto, e che se non volete rischiare non scegliete la russia perche la nostra favola fin'ora e' andata a buon fine ma ci sono abbinamenti falliti ((
              Ciao Elui,
              ti ringrazio per la tua testimonianza e sono felice per te che sia andato tutto bene.
              Perٍ avrei da farti un'osservazione: tu ci consigli di chiedere all'ente tutto tutto tutto, perٍ secondo me nemmeno l'ente è in grado di sapere con certezza se le informazioni che arrivano sul bimbo sono vere oppure no, l'ente non ha mica la sfera di cristallo !
              Ho letto in qualche topic la testimonianza di una mamma adottiva di una bambina russa della quale era stato segnalato un lieve ritardo psico-motorio, che successivamente in Italia si è rivelato non essere cosى tanto lieve, per poi dar luogo ad una diagnosi di sindrome feto-alcolica !

              Comment


              • #22
                Scusate,
                non voglio fare la guastafeste, ma è solo che le paure sono tante.......

                Comment


                • #23
                  Non sei guastafeste, noi aspiranti genitori in Russia TI CAPIAMO!! Anche noi ci pensiamo molto....

                  Il nostro Ente è stato molto chiaro. Al dilà che ha fatto il possibile per aiutarci a capire le schede mediche, analizando tutta una serie di tipiche espressioni da cartelle cliniche russe, ci ha parlato di "casistiche", abbiamo approfondito fin dove si poteva, ma poi ad un corso preado, ci ha fatto una domanda "da cosa si puٍ capire se un bimbo di 2/3 anni, quando lo incontriamo, ha un ritardo normale da istituzionalizzazione o ha dei problemi veri?" Le risposte sono state diverse: "Dagli occhi se sono vispi o meno", se è troppo timido, se fà i movimenti essenziali per un bimbo di quell'età (difficile, quale età? 2/3 anni dei nostri o 1 dei loro?), se risponde al suo nome, qualcuno ha detto "chiedo magari delle visite in più" ecc....Credevamo che una risposta ci fosse e abbiamo detto 1000 cose. Alla fine la psicologa ha detto che la risposta era: NON SI PUO' CAPIRE!! IN NESSUN MODO!
                  Questo è il famoso "rischio sanitario". Lo sappiamo, è cosى, è il rischio che dobbiamo accettare se vogliamo andare avanti in questo Paese. E' bene informarsi e prepararsi per CAPIRE il più possibile.......dove non arriviamo.... lasciamo alla fortuna, al cielo, al caso o a come ognuno di noi chiama l'intervento che viene da qualcuno o da qualcosa al di fuori di noi........

                  Comment


                  • #24
                    Noi siamo genitori ado di un bimbo nato a dicembre 2006, abbinamento a luglio 2010, quando lo abbiamo visto la prima volta (scheda medica pessima, ma abbiamo deciso di partire) non parlava, diceva si e no 5 parole indicava le cose con il dito, emetteva solo delle vocali, camminava solo se sostenuto per mano, non gattonava, aveva la bava alla bocca, occhi tutti e due strabici divergenti. Siamo arrivati in istituto è la direttrice ci ha elencato tutti i lati negativi di A. ... piange, fa pipى a letto, non gioca con altri bambini, non parla ... per noi è semplicemente ritardato! Abbiamo chiesto di poterlo vedere ugualmente il tempo concesso nei tre giorni successivi e che nel frattempo ci spiegassero meglio la sua storia. Era in istituto dall'eta di un anno, era stato in istituto di oltre 600 bimbi e che solo da una settimana era li in quello ............ ed era stato spostato con un taxi da solo, compiendo un viaggio di oltre 7 ore!
                    In quei tre giorni abbiamo potuto vedere un bimbo che non conosceva i libri, i colori, i lego, le macchinine .... il terzo giorno la sua "tata della nanna" ci ha detto, quando siamo arrivati che si era fatto capire chiedendole se anche quel giorno andavamo a trovarlo! Quel pomeriggio abbiamo firmato definitivamente tutti i idocumenti. A. è in Italia da 14 mesi ora corre, parla ... anche troppo, pedala ... non fa le cose che fanno i suoi coetanei ... ma deve recuperare 4 anni di istituto! E' anche vero che da un approfondimento clinico vi è una leisone ai nuclei bassi del cervello, dovuto al fatto che è figlio di madre bevitrice, non sarà mai un ingegnere ... o forse si ... chi lo sa. Di sicuro è cyhe hanno risorse inspiegabili questi eseri umani, risorse che nemmeno la scienza puٍ dare una spiegazione. Ed ha regione la psicologa che dice: non si puٍ capire. Rimane solo guardarli negli occhi, poter passare con loro qualche ora e ...... fondamentale .... ascoltare la voce del nostro cuore.

                    Comment


                    • #25
                      p.s. ... e anche genitori bio si una ragazzina che attulamente ha 12 anni. A. in 14 mesi ha fatto i progressi che sua sorella ha compiuto in 3 anni! Lui ha la tempra per volere ed essere a tutti i costi come gli altri ... nonostante il suo handicap gli abbia compromesso la parte neurologica dei movimenti del lato destro ... il bello è che ci riesce, sempre con il sorriso, sempre con la sua solarità, sempre con il buon umore! Perfino la sorella a volte ci dice ..."mamma e papà A. è davvero forte, io mi sarei già arresa!"
                      Last edited by giuli69; 27-04-12, 02:53 .

                      Comment


                      • #26
                        Cara Giuli che meraviglia il tuo racconto, emozionante a leggerlo, figuriamoci a viverlo...anche nostro figlio nato a settembre del 2005 e abbinatoci a ottobre 2010, aveva 5 anni quando lo abbiamo conosciuto....non ha gravi handicap, è un bimbo sveglio "balbuziente" secondo i russi, con una leggera disartria del linguaggio, veniva riportato ritardo psicomotorio e affetto da tubercolosi, poi curata e un bimbo nella media che da 8 mesi in Italia, parla un buffo italiano sembra quasi cinese...la "r" è "l"....la "f" è "p" e via discorrendo, è debole di bronchi e si raffredda facilmente, ma come tutti i bambini del mondo, pratica sport e ha un infinito bisogno di amore e coccole, sono queste le cose che contano per loro e ci riempiono la vita...

                        Comment


                        • #27
                          Forse nei bambini di 6 - 7 anni il rischio è minore, nel senso che forse è più facile capire se ci sono problemi neurologici ?
                          Sapete quale sarebbe il mio pensiero più grande se avessi un figlio non autosufficiente ?
                          Sarebbe quello del suo futuro, cioè quello di doverlo lasciare SOLO quando noi genitori non ci saremo più......

                          Comment


                          • #28
                            Originariamente Scritto da biry Visualizza Messaggio
                            Forse nei bambini di 6 - 7 anni il rischio è minore, nel senso che forse è più facile capire se ci sono problemi neurologici ?
                            Sapete quale sarebbe il mio pensiero più grande se avessi un figlio non autosufficiente ?
                            Sarebbe quello del suo futuro, cioè quello di doverlo lasciare SOLO quando noi genitori non ci saremo più......
                            Sicuramente e' cosى, quando sono troppo piccini sotto i 3 anni questo è molto più difficile, calcolando che vivere in istituto non è come vivere in famiglia e quindi sono sempre più piccoli della loro età anagrafica...questo e' il dilemma di tutti i genitori che hanno figli bio e non con gravi handicap, ma poi senza di noi come faranno??? chi crede in *** dice che è lui che ci da la forza e non ci riserva mai difficoltà che non potremmo sopportare e/o supportare.....

                            Comment


                            • #29
                              Buon pomeriggio a tutti Su e Ro presenti.

                              Siamo colleghi di Regione e di Istituto dei Flogio.

                              Noi abbiamo avuto l'abbinamento con GF di 7 anni che ne ha compiuto 8 a casa con noi.

                              La scheda era inquietante come gran parte delle schede Russe e si parlava di grave ritardo e di disartria del linguaggio.

                              Patologie rivelatesi inesistenti, chi lo conosce personalmente vi puٍ confermare quanto parli e piuttosto bene, va regolarmente a scuola con ottimo profitto anche se è molto vivace ........................... Ro

                              Comment

                              Working...
                              X