Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Il ritrovamente delle mie origini...

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Il ritrovamente delle mie origini...




    questa è la mia storia...
    da un anno e mezzo cerco la mia famiglia, sono nativa di Vidin, Bulgaria.. dopo un anno e mezzo di ricerche ho scoperto tutto quanto grazie a Neli, Sonia signore Bulgare che mi hanno aiutata nella ricerca attraverso facebook.. e sono partita... storia molto complicata... ma ne è valsa la pena di viverla... e chi losa che in un futuro non mi trasferirٍ.. spero vi piaccia...
    Last edited by siuva; 11-01-12, 03:25 .

  • #2
    Originariamente Scritto da siuva Visualizza Messaggio



    questa è la mia storia...
    da un anno e mezzo cerco la mia famiglia, sono nativa di Vidin, Bulgaria.. dopo un anno e mezzo di ricerche ho scoperto tutto quanto grazie a Neli, Sonia signore Bulgare che mi hanno aiutata nella ricerca attraverso facebook.. e sono partita... storia molto complicata... ma ne è valsa la pena di viverla... e chi losa che in un futuro non mi trasferirٍ.. spero vi piaccia...
    Cara ragazza un pٍ esibizioniosta, commovente la storia della ricerca delle tue origini, mi hai fatto quasi piangere. Ma non sono d'accordo con te quando dici che l'abbraccio vero è solo quello della vera mamma, intendendo per " vera mamma" la mamma biologica. Anche noi mamme adottive sappiamo dare abbracci veri e pieni d'amore e ti dico di più, siamo in grado di amare alla pari o anche più profondamente i nostri bambini adottivi. Sicuramente anche tu hai ricevuto e ricevi tanto tanto amore dai tuoi genitori adottivi. Non offenderli, non fali soffrire, amali anche tu sinceramente e profondamente. Questo desideriamo noi genitori adottivi: di amare disinteressatamente e di essere amati e rispettati!!!

    Comment


    • #3
      Originariamente Scritto da ANNSAL Visualizza Messaggio
      Cara ragazza un pٍ esibizioniosta, commovente la storia della ricerca delle tue origini, mi hai fatto quasi piangere. Ma non sono d'accordo con te quando dici che l'abbraccio vero è solo quello della vera mamma, intendendo per " vera mamma" la mamma biologica. Anche noi mamme adottive sappiamo dare abbracci veri e pieni d'amore e ti dico di più, siamo in grado di amare alla pari o anche più profondamente i nostri bambini adottivi. Sicuramente anche tu hai ricevuto e ricevi tanto tanto amore dai tuoi genitori adottivi. Non offenderli, non fali soffrire, amali anche tu sinceramente e profondamente. Questo desideriamo noi genitori adottivi: di amare disinteressatamente e di essere amati e rispettati!!!
      molto difficile far capire alle persone in generale che l abbraccio che intendiamo non è l abbraccio che potete darci voi genitori, io non o*** i miei genitori adottivi, gli voglio bene, ma quell abbraccio nessuno puٍ darcelo. potete essere in grado quanto volete, ma non è la stessa cosa!! nessuno nega il vostro impegno, il vostro amore ne tanto meno vi odiamo, anzi, vi ringraziamo del vostro amore etc etc.... ma ribadisco, il vuoto in noi, nessuno puo colmarlo!! ma ovviamente se non ci si passa, non lo si puo capire. vuoi un consiglio? non partire in quarta dicendo che voi potete darci tutto, xke nessuno potrà mai farlo. si lo potete fare, ma non potrete mai riempire quella mancanza che ci portiamo dentro da uqando siamo nati, xke noi a differenza vostra, non abbiamo avuto affetto negli anni piu importanti!! e uqesto ti segna la vita. al momento non te ne rendi conto, ma prima o poi emerge questo senso di vuoto. consiglio che ti do, è di cercare di ascoltare i miei consigli come quelli di altri ragazzi o adulti adottati, cosi che potrai capire in un futuro certi atteggiamenti di tuo figlio/a.... anche i miei dicevano come dici tu, ma poi si sono resi conto, che non è cosi e cosi, hanno cambiato modo di rapportarsi, non hanno piu cercato di darmi quello che sanno che non possono darmi, ma semplicemente mi stanno vicina e mi sorreggono se sto male. questo è quello che devi imparare anche tu a fare. Ma credo che lo imparerai nel momento in cui ci sarai dentro. io ringrazio *** che mi abbiano dato una vita migliore, ma il senso di vuoto, non è la rinascita... sono 2 cose ben separate. spero ti possa essere di aiuto questi miei consigli....

      Comment


      • #4
        Originariamente Scritto da siuva Visualizza Messaggio
        molto difficile far capire alle persone in generale che l abbraccio che intendiamo non è l abbraccio che potete darci voi genitori, io non o*** i miei genitori adottivi, gli voglio bene, ma quell abbraccio nessuno puٍ darcelo. potete essere in grado quanto volete, ma non è la stessa cosa!! nessuno nega il vostro impegno, il vostro amore ne tanto meno vi odiamo, anzi, vi ringraziamo del vostro amore etc etc.... ma ribadisco, il vuoto in noi, nessuno puo colmarlo!! ma ovviamente se non ci si passa, non lo si puo capire. vuoi un consiglio? non partire in quarta dicendo che voi potete darci tutto, xke nessuno potrà mai farlo. si lo potete fare, ma non potrete mai riempire quella mancanza che ci portiamo dentro da uqando siamo nati, xke noi a differenza vostra, non abbiamo avuto affetto negli anni piu importanti!! e uqesto ti segna la vita. al momento non te ne rendi conto, ma prima o poi emerge questo senso di vuoto. consiglio che ti do, è di cercare di ascoltare i miei consigli come quelli di altri ragazzi o adulti adottati, cosi che potrai capire in un futuro certi atteggiamenti di tuo figlio/a.... anche i miei dicevano come dici tu, ma poi si sono resi conto, che non è cosi e cosi, hanno cambiato modo di rapportarsi, non hanno piu cercato di darmi quello che sanno che non possono darmi, ma semplicemente mi stanno vicina e mi sorreggono se sto male. questo è quello che devi imparare anche tu a fare. Ma credo che lo imparerai nel momento in cui ci sarai dentro. io ringrazio *** che mi abbiano dato una vita migliore, ma il senso di vuoto, non è la rinascita... sono 2 cose ben separate. spero ti possa essere di aiuto questi miei consigli....

        siuva ciao,noi/io mamma adottiva forse con la "presunzione"di semplice mamma,vorrei dirti che forse capiamo cosa intendi,o perlomeno ce la mettiamo tutta,perche'soffriamo insieme ai nostri figli e,forse neanche immagini quanto il nostro cuore pianga se voi figli soffrite,noi mamme "vere"(perche'e'cosi'che ci sentiamo)soffriamo anche quando state male,quando dovete affrontare un esame a scuola,quando vi lasciate con il vostro moroso.....io,mamma bio e mamma ado.soffro per e con i miei figli,soffro quando mia figlia bio,e'in crisi con se stessa...soffro con e per mio figlio ado,quando(ha solamente 6 anni)cerca risposte al suo abbandono,noi ci sentiamo mamme "vere" e voi cari figli per noi siete stati dal primo istante,forse ancora prima di conoscervi,"figli veri"figli a tutti gli effetti,tutti noi abbiamo qualcosa da imparare,noi in primis come mamme,voi come figli,di una cosa pero'sono certa e sicura:il nostro cuore(di tutti,mamme e figli)e'cosi'grande da amare chiunque si voglia,mamme di pancia,mamme di cuore,figli adottati,figli biologici,l'amore e'"uno"e lo si puo'moltiplicare per 10,100,1000 volte,siamo felici se voi figli riuscite a ricomporre il vostro puzzle con la ricerca delle origini,e,anche noi mamme "vere"portiamo nei nostri cuori,i sapori e gli odori dei vostri paesi,perche'tramite voi sono diventati anche i nostri paesi,le vostre bandiere,sono anche le nostre,e le vostre mamme di pancia sono un po'le nostre sorelle,perche'sono loro che vi hanno messo al mondo e sono loro che vi hanno adagiato tra le nostre braccia.Un bacio Siuva!
        Last edited by flora7; 04-04-12, 08:04 .

        Comment


        • #5
          Originariamente Scritto da flora7 Visualizza Messaggio
          siuva ciao,noi/io mamma adottiva forse con la "presunzione"di semplice mamma,vorrei dirti che forse capiamo cosa intendi,o perlomeno ce la mettiamo tutta,perche'soffriamo insieme ai nostri figli e,forse neanche immagini quanto il nostro cuore pianga se voi figli soffrite,noi mamme "vere"(perche'e'cosi'che ci sentiamo)soffriamo anche quando state male,quando dovete affrontare un esame a scuola,quando vi lasciate con il vostro moroso.....io,mamma bio e mamma ado.soffro per e con i miei figli,soffro quando mia figlia bio,e'in crisi con se stessa...soffro con e per mio figlio ado,quando(ha solamente 6 anni)cerca risposte al suo abbandono,noi ci sentiamo mamme "vere" e voi cari figli per noi siete stati dal primo istante,forse ancora prima di conoscervi,"figli veri"figli a tutti gli effetti,tutti noi abbiamo qualcosa da imparare,noi in primis come mamme,voi come figli,di una cosa pero'sono certa e sicura:il nostro cuore(di tutti,mamme e figli)e'cosi'grande da amare chiunque si voglia,mamme di pancia,mamme di cuore,figli adottati,figli biologici,l'amore e'"uno"e lo si puo'moltiplicare per 10,100,1000 volte,siamo felici se voi figli riuscite a ricomporre il vostro puzzle con la ricerca delle origini,e,anche noi mamme "vere"portiamo nei nostri cuori,i sapori e gli odori dei vostri paesi,perche'tramite voi sono diventati anche i nostri paesi,le vostre bandiere,sono anche le nostre,e le vostre mamme di pancia sono un po'le nostre sorelle,perche'sono loro che vi hanno messo al mondo e sono loro che vi hanno adagiato tra le nostre braccia.Un bacio Siuva!
          ciao, piacere di conoscerti, mi piace molto quello che hai scritto ed è verissimo. parole toccanti, hai trasmesso moltissimo e ti ringrazio, xke queste tue parole mi aiutano moltissimo. l unica cosa che faccio piu fatica a capire è quando dici ""anche noi mamme "vere"portiamo nei nostri cuori,i sapori e gli odori dei vostri paesi,perche'tramite voi sono diventati anche i nostri paesi,le vostre bandiere,sono anche le nostre"". Ora io parlo, x quanto riguarda la mia storia, la mia vita familiare.... nel mio caso non è andata cosi, a contrario sono stata e sono tutt ora allontanata da loro. ovvero, mi stanno distanti e si arrabbiano facilmente con me, non mi salutano ne in casa ne fuori (soprattutto fuori), come se si vergognassero e come se non volessero piu avermi come figlia. Io capisco che anche per loro non sia stato semplice afforntare una cosa simile, capisco quanto sacrificio ed amore abbiano messo in tutto questo per farmi stare bene, e quindi capisco anche che ci possa stare una cosa simile xke cmq è un trauma sotto certi punti di vista. Ma quello che non accetto, è l'esagerazione in tutto questo; io mi sono sentita tradita da loro in passato, per delle verità nascoste molto gravi e bugie molto molto gravi che mi hanno buttata a terra completamente quasi al suici***, ma MAI gli ho voltato le spalle!!! a contrario, IO mi sono rialzata con le MIE stesse gambe senza l aiuto di nessuno a parte un amica e questo è il loro ringraziamento? ora, io capisco anche che loro possano sentirsi in colpa x quello che hanno fatto e che quindi abbiano paura di fare qualsiasi cosa con me per paura di deludermi altre volte... ma... facendo cosi, non mi aiutano, a contrario fanno quello che vorrebbero evitare ovvero deludermi e farmi soffrire. Io dico queste cose, xke conoscendoli molto bene, so come sono fatti e i loro atteggiamenti, sguardi etc, mi portano a percepire questo loro disagio e questa loro "" perdita""; loro è come se quando sono tornata dalla mia terra, avessero perso speranze, si siano arresi e si siano sentiti delusi in se stessi per tutto quello che avevano costruito e fatto fino ad ora. come se.. sentissero che il caspetto di sabbia che tanto avevano costruito con fatica, fosse crollato. Io ogni giorno cerco di avvicinarmi a loro e fargli capire che io ci sono e non scappo, che gli voglio bene anche se sono rigida.. ho provato a spiegargli che ho bisogno di tempo per metabolizzare e digerire le loro bugie, ma mai ho detto io voglio scappare. si, forse l ho detto, in passato, ma in un momento di rabbia (e tutti quando ci arabbiamo diciamo cose che non pensiamo). ho anche detto che in un futuro vorrei andare a vivere la, nella mia terra!! si, fore è proprio questo che ha portato a stare come stanno oggi, ma non ho mai detto ""e una volta che sarٍ la, non tornero mai piu"". oltretutto ho sottolineato che ci vorranno anni prima che accadrà una cosa simile, xke devo finire gli studi, trovare lavoro e avere da parte tanti soldi altrimenti non mi muovo. e per di piu, farٍ anche qualche corso che possa aiutarmi a trovare un lavoro la, ma ho 22 anni e io parlo di quando magari ne avro 50!! cioè.. capisci? non è immediata la cosa, e per di piu, magari loro manco ci saranno piu!! quindi.. non capisco xke tutta questa freddezza e menefreghismo nei miei confronti!! Ora, io parlo, ma non sono l unica a dire che sono cosi i mei genitori! chiunque li conosca me lo dice, qualsiasi persona, amici di famiglia, amici loro, mi fermano per strada e mi chiedono xke siano diventati cosi e come faccio io a vivere in una situazione simile... Per questo, concordo con cio che dici, ma non tutti i casi sono uguali... ogni caso è a se, xke anche i genitori adottivi, non sono uguali tra di loro. Io non sono come te, come tu non sei come me, come tu non sei come un altra persona... siamo tutti diversi, percio, la base è uguale, le motivazioni sono le stesse, ma le emozioni no, e sono quelle piu importanti che regolano i rapporti tra la gente...

          Comment


          • #6
            Piacere mio,Siuva!e'bello confrontarsi con una figlia,che potrebbe essere mia figlia,si cara Siuva perche'io ho una figlia(bio)di 21 anni,quindi della tua stessa eta'ma,con un passato diverso,diverso appunto perche'non e'stata abbandonata,non e'stata strappata dalla sua terra ed e'stata amata dal 1°istante.Vorrei ricordarti pero'che a volte possono nascere delle incomprensioni,date dai comportamenti quotidiani,dal non dialogo,dalla certezza che"comunque si e'famiglia"io,non conosco la tua famiglia e mai mi permetterei di giudicarla,a volte pero'resta molto piu'facile non parlare e restare nelle proprie convizioni che,affrontare la discussione,rimettersi in gioco,spiattellare su di un tavolo le cose che ci hanno fatto soffrire,per poi discutere ancora e cosi'via,ci sono pero'dei punti fermi,e mi pare che tu li abbia ben sottolineati,come:"io non andro'mai via",il mio consiglio e'quello di parlarne,parlarne,parlarne......e magari ti accorgerai che loro,non si sono mai vergognati e pentiti di averti voluta come figlia,che magari non sei stata strappata al tuo paese,per cio'che mi/ci riguarda,il paese di mio figlio non lo ha voluto,lui era nato con una labiopalatoschisi e per questo motivo non era stato neppure iscritto,nel registro delle adozioni nazionali,hai ragione quando dici,che ciascun caso e'diverso dall'altro,che noi come persone siamo diversi ma,non dimentichiamoci mai che,in ciascuno di noi c'e'quella grande parte di "buono"che siamo appunto persone,e che facilmente possiamo sbagliare,il mestiere di "genitori"e'difficile,forse il piu'difficile di tutti,la rabbia va buttata fuori,perche'nel nostro cuore di spazio per amare ce ne'tanto,l'adozione a me personalmente ha dato e continua a darmi tanto,ogni giorno insieme ai miei figli apprendo qualcosa di nuovo,cerco nel mio piccolo di colmare "quel vuoto"che per 18 mesi (eta'in cui e'stato adottato mio figlio)ha accompagnato mio figlio,cerco di sostituire la rabbia che pian piano viene fuori con parole e storie fatte d'amore,non posso dirti come andra'tra 15 anni,perche'non lo so',vorrei pero'far capire a mio figlio,che non sempre i bambini arrivano dalle pance delle proprie mamme,e che ci sono casi come il suo dove una mamma lo ha messo al mondo e poi,dal momento che non era in grado di fare la mamma,lo ha affidato a chi forse lo sapeva fare di piu',noi appunto,sai non sono mica tanto convinta che io sia piu'"brava",vivo alla giornata il ruolo di mamma felice,felice e fortunata perche'"loro"i miei figli"danno sicuramente a me,molto piu'di quello che io riesco a dare a loro,che spesso presa dalla stanchezza regalo urli,ma,quando li stringo a me provo qualcosa di indescrivibile,sono i miei figli e,non potrei amare nessun altro piu'di loro,Siuva questa sensazione e'sicuramente la stessa che i tuoi genitori provano per te,ancora un forte abbraccio!


            p.s.forse e dico forse,le bugie di cui parli tu,sono state dettate "dal non sapere"e dal non farti soffrire,mio figlio mi chiede e,io rispondo,in base a cio'che so',puo'darsi che sappia cose sbagliate o che nel rispondere ci metta inconsapevolmente qualcosa di mio,magari un gesto,un affermazione....cose,che magari vengono interpretate in modo diverso,sottolineo che per cio'che mi riguarda i corsi post-adozione sono molto importanti e utili,soprattutto per guardare mio figlio con occhi diversi.
            Last edited by flora7; 22-04-12, 06:16 .

            Comment


            • #7
              Originariamente Scritto da flora7 Visualizza Messaggio
              p.s.forse e dico forse,le bugie di cui parli tu,sono state dettate "dal non sapere"e dal non farti soffrire,mio figlio mi chiede e,io rispondo,in base a cio'che so',puo'darsi che sappia cose sbagliate o che nel rispondere ci metta inconsapevolmente qualcosa di mio,magari un gesto,un affermazione....cose,che magari vengono interpretate in modo diverso,sottolineo che per cio'che mi riguarda i corsi post-adozione sono molto importanti e utili,soprattutto per guardare mio figlio con occhi diversi.
              ecco, concordo con quello che dici, e fai bene a dirgli la verità che TU sai... nel mio caso, loro sapevano la mia verità e mi hanno detto una bugia molto grossa che ha cambiato la mia vita per poi ribaltarla ancora dopo tantissimi anni... loro sapevano, e non mi hanno detto nulla. lo hanno fatto per non farmi soffrire, ma cosi, hanno solo peggiorato la situazione.. xke è brutto scoprire dopo tantissimi anni che la verità è tutt altra da quella che ti avevano detto... io non li accuso assolutamente, ma cmq sia la mia vita è cambiata e se non fosse stato per me stessa, non sarei qui ora... mi sono rialzata da sola senza l aiuto di nessuno! ma NON è STATO SEMPLICE!! loro sanno di aver sbagliato, e non li condannerٍ a vita, ma sicuramente, certe cose non cambieranno piu. io potrٍ metterci tutto l impegno possibile immaginabile, ma una ferita è una ferita.. a maggior ragione se ci si sente feriti da chi si ama....

              Comment


              • #8

                Comment


                • #9
                  DSCF1037.jpgSiuva anche se in ritardo,ti faccio,tantissimi auguri per il tuo compleanno che sicuramente e'un giorno speciale per voi cari figli ma anche per noi mamme,tramite te continuo a raccontarmi anch'io e ti ringrazio per avermi dato questa opportunita',il giorno in cui mio figlio compie gli anni,per lui che e'ancora piccino altro non e'che un giorno gioioso,per me un po'meno perche'i miei pensieri volano lontano e precisamente in una citta'ucraina,dove mio figlio e'nato,dove una mamma forse in preda a tanto dolore decise di lasciare il suo bambino nelle mani di altre persone,dopo che per 9 mesi lo aveva portato in grembo,ancora un "forse"legato allo spavento di non potercela fare,perche'il suo bambino era nato con una malformazione e,lei era cresciuta in una societa'dominata dal regime per troppo tempo,che le aveva inculcato la convinzione che se i figli non sono perfetti e'meglio abbandonarli,questa mamma "forse"non ne era tanto convinta o "forse"si chissa'!"forse"questa mamma con il trascorrere del tempo si e'pentita,"forse"si e'informata e sa dove e come sta quel meraviglioso principe che invece e'cosi'tanto perfetto da sembrare un vero e puro capolavoro,con un cuore pieno,colmo di tanta bonta',con il sorriso facile e che regala a chiunque,forse,forse,forse........Forse Siuva,troverai la forza di perdonare i tuoi genitori,cercando di valorizzare dentro di te il bene che ti hanno e che ti vogliono,forse dai loro errori,potrai ricavarne qualcosa di buono per te,quel qualcosa che ti aiuta a non sbagliare o a farlo di meno durante la tua vita,Siuva la nostra vita,se ci pensi e'piena di tanti "forse"ma,ci sono delle certezze una tra tutte la "famiglia"e'una cosa importantissima,a volte si sbaglia,altre volte si discute,tante altre si gioisce insieme e,naturalmente si cresce ma resta comunque "famiglia"!
                  Last edited by flora7; 24-04-12, 01:39 .

                  Comment


                  • #10
                    voglio regalarti un immagine dolcissima del mio tesoro...P1040457.jpg

                    Comment


                    • #11
                      ciao flora... è bellissimo tuo figlio è tenerissimo... gia, tanti forse.. io grazie ai miei genitori sono cresciuta, ma grazie ai loro errori e nient altro xke ti posso assicurare che (a parte mio padre), non mi hanno dato molto... ho imparato guardando i loro sbagli.. ma certe volte, vorrei essere ignorante ma essere capita e rispettata!! non posso svegliarmi la mattina e trovarmi in casa persone che iniziano ad urlare fin da subito.. non posso mettermi a cena con loro e passare l intera serata a stare zitta xke devo ascoltare il telegiornale.. non posso continuare a sopportare che ogni volta che si inizia un discorso su qualsiasi cosa si finisce per litigare.. non posso continuare a sopportare di essere contraddetta in ogni cosa che dico o che faccio... non posso continuare a sopportare che ogni mia idea, epensiero venga discusso.. non posso continuare a sopportare che quando in una discussione si parla di cose che so per certo, venga negato e detto il contrario (quando so benissimo che non è cosi, poichè è evidente). sono stanca. ho provato in ogni modo a chiarire questi concetti a loro, ma niente.. devo continuare a subire e stare zitta xke se reagisco anche solo parlando tranquillamente, si incazzano e litighiamo. non è possibile non riuscire a creare un dialogo tra persone adulte!!! NON è POSSIBLE!! e io sono veramente stanca... xke ho 22 anni e vorrei godermi la vita, ma cosi non ci riesco!!! mi stanno rovinando di brutto!!! troppo. io posso perdonare quanto vuoi, sono 16anni che perdono, ma il risultato non cambia, mentre io peggioro di giorno in giorno... NON VA BENE... assolutamente... devo andarmene di casa e costruirmi una vita mia, diventare indipendente. Ma fichè non finisco gli studi mi tocca sopportare questa situazione... e io gia da qualche mese, non ce la faccio piu... mi do forza ogni giorno, ma il mio corpo reagisce... psoriasi, dimagrimento, stanchezza, attacchi, rabbia, sbalzi di umore... eppure cerco di continuare per la mia strada... l unica cosa che mi spinge ad andare avanti è sapere che c è mia madre che mi osserva ed è l'immaginare una vita diversa, una vita piu felice dove non mi sento giudicata, ne inferiore, ne stupida, indipendente, e spensierata... SOLO QUESTE COSE MI FANNO ANDARE AVANTI... se smetto di sognare, smetto di vivere.

                      Comment


                      • #12
                        Siuva, a te gli auguri dal profondo del mio cuore, un cuore di una mamma adottiva da appena sei mesi, che non ti conosce, che non sa nulla della tua famiglia d'origine nè di quella che ti ha adottato. Solo una cosa so: IL TUO DOLORE. Quello è chiaro in quello che scrivi e lo comunichi con tanta sensibilità. Mi sembri una persona dolce, nonostante i tuoi sbalzi di umore e i tuoi attacchi di rabbia. Stai vivendo un'età difficile in tempi non facili Siuva. Mi piacerebbe che tu parlassi della tua vita da quando eri piccola per capirci un pٍ di più. Se vuoi puoi scrivermi anche in privato. Una cosa è certa: non esiste una regola (genitori bio-perfetti, genitori ado-imperfetti), perchè tutti Siuva, tutti, possiamo sbagliare, a volte anche volendo bene in un modo non corretto. Scusa se to lo chiedo, ma la tua infanzia di figlia adottiva come è stata con questi genitori? Sai perchè te lo chiedo? Perchè ho la sensazione che,in fondo, tu non sia stata mai felice, serena e appagata di amore e affetto vero. Mi sbaglio? Se è cosى ti chiedo scusa. A presto.

                        Comment


                        • #13
                          Originariamente Scritto da Rosateo Visualizza Messaggio
                          Siuva, a te gli auguri dal profondo del mio cuore, un cuore di una mamma adottiva da appena sei mesi, che non ti conosce, che non sa nulla della tua famiglia d'origine nè di quella che ti ha adottato. Solo una cosa so: IL TUO DOLORE. Quello è chiaro in quello che scrivi e lo comunichi con tanta sensibilità. Mi sembri una persona dolce, nonostante i tuoi sbalzi di umore e i tuoi attacchi di rabbia. Stai vivendo un'età difficile in tempi non facili Siuva. Mi piacerebbe che tu parlassi della tua vita da quando eri piccola per capirci un pٍ di più. Se vuoi puoi scrivermi anche in privato. Una cosa è certa: non esiste una regola (genitori bio-perfetti, genitori ado-imperfetti), perchè tutti Siuva, tutti, possiamo sbagliare, a volte anche volendo bene in un modo non corretto. Scusa se to lo chiedo, ma la tua infanzia di figlia adottiva come è stata con questi genitori? Sai perchè te lo chiedo? Perchè ho la sensazione che,in fondo, tu non sia stata mai felice, serena e appagata di amore e affetto vero. Mi sbaglio? Se è cosى ti chiedo scusa. A presto.
                          mi fa piacere confrontarmi, tantissimo... non sbagli assolutamente... sono arrivata qui e ho fatto fatica ad inserirmi soprattutto alle scuole elementari.. venivo discriminata con il nomignolo "bulgaraccia" che x gli altri potrebbe non essere nulla di grave, per me lo era!! i rapporti con i miei genitori adottivi appena sono arrivata, erano ottimi. mi sentivo bene con loro, mi sentivo protetta, al sicuro, piena di attenzione.. l'affetto.. non so.. sicuramente molto piu di ora. ora non esiste piu ( gia da moltissimo tempo).. diciamo che è stata una cosa graduale.. l affetto si è perso nel corso degli anni. L'errore piu grosso di mia madre, che ovviamente non è stato un errore, ma come tanti altri mi dicono, poteva trovare una soluzione diversa almeno per i primi anni.. è che ha ricominciato a lavorare dopo neanche 6 mesi che ero arrivata qui.. e da li, non la vedevo mai fino a sera tarda... e da quel momento ad oggi, siamo ancora nelle stesse condizioni. parte alle 7 del mattino e torna alle 7 di sera.. solo una o 2 volte a settimana torna un po prima.. ma quando c è lei, non ci sono mai io o xke lavoro, o xke stu*** o x altro... il fine settimana ci incrociamo poco e niente xke la domenica fino a pranzo non li vedo (si alzano 4 del mattino per andare ai mercatini e tornano a pranzo).. li vedo giusto giusto a pranzo e poi io, ovviamente la domenica pome esco con gli amici.. e la sera... niente... si addormentano ogni sera che *** fa nascere alle 9se non prima!!! cioè.. io alla fine, sono cresciuta con un amica.. dormivo e mangiavo e studiavo da lei... tuttora infatti dopo 16 anni siamo ancora qui, molto legate anche se ultimamente sono successi un po di casini, ma cmq sia ci siamo l una per l altra. quindi.. la mia vita non so... è stata bella i primi mesi.. poi basta. l'affetto.. mmm.. mio padre non è affettuoso di carattere ma a contrario molto rigido e chiuso, un tipo serio che non ride mai (quindi puoi immaginare che palle dopo 16 anni...), mia madre, tipa solare ma che sembra avercela con me ogni giorno... è cosi, sempre stato cosi. Si sono sempre preoccupati per cose banali e mai per cose piu gravi. una in particolare... e questo mi ha sempre lasciata molto.. non so neanche come dire... delusa e... poco curata da loro. certo, gli insegnamenti me li hanno dato, non dico che non siano persone brave.. anzi, sono squisite persone, ma non con me. io noto molta differenza da quando parlano con me a quando parlano con un altra persona.. una qualsiasi.. è come se dentro di loro dicessero"oh, finalmente qualcuno migliore con la quale parlare"... capisci? queste sono tutte mie sensazioni... ma certi fatti dimostrano che non mi sbaglio. poi, ci sono i giorni in cui riesci a parlare con loro.. ma... dura max mezz ora.. poi si torna nella vita solita....

                          Comment


                          • #14
                            Siuva scusami se,mi intrometto ancora in questa discussione,fermo restando che e'abbastanza difficile dire cose tramite forum anche perche'e'facile essere fraintesi ma,ci provo:a mio avviso e da cio'che interpreto nel vostro rapporto di vita familiare si e'creato un muro o meglio un doppio muro e,che per entrambi e'difficile da abbattere forse perche'appunto non c'e'dialogo,ognuno sembra se ne sia fatta una ragione,allora perche'non provarci e riprovarci?sai mi viene in mente una cosa:quando siamo tornati a casa con il nostro bambino,la psicologa ci consiglio'nonostante i 18 mesi di nostro figlio,di iniziare da subito con il raccontargli la sua/nostra storia,lo facemmo e,inizialmente la cosa sembrava proprio non interessargli se non quando si arrivava ad un certo punto del racconto "all'aereo",seguendo sempre il consiglio,scoprimmo pian pianino che la cosa lo interessava fino ad arrivare ad oggi che invece le domande e le conclusioni le fa lui,sta pian pianino rendendosi conto di cosa gli sia successo fino al punto di definire la "signora"(cosi'l'avevamo definita per non confondergli le idee)"mamma d'Ucraina",hai provato a dire ai tuoi che soffri?se si e pensi che non ti ascoltino,fallo ancora e ancora e ancora,non ti ascoltano ancora,magari solo per paura?scrivi loro una lettera,raccontati a loro,non possono non ascoltarti,rassicurali,chiedi il loro aiuto,di loro cosa ti manca,chiedigli di riempire il tuo vuoto,chiedigli di voler piangere e sfogarti tra le loro braccia,diglielo che e'un tuo diritto e che lo vuoi,prendi coraggio cara Siuva e di loro che nonostante la tua eta',magari le tue convinzioni vuoi sentirti dire che loro ti vogliono bene,lo so,non e'cosa facile ma sapere una dura verita'e'sempre meglio che restare nel dubbio credimi,io sono grande Siuva ho la bellezza di 49 anni,eppure tutt'ora ho bisogno della mia mamma.
                            Last edited by flora7; 24-04-12, 05:14 .

                            Comment


                            • #15
                              Siuva, da quello che dici sembra proprio che per te non sia stato facile. Forse ti faccio una domanda stupida, ma tu hai mai chiesto loro perchè ti hanno adottata? Se la loro vita, non li giudico perchè di loro non so nulla, è stata sempre strutturata in termini di lavoro e di lavoro e di lavoro ancora, forse non sentivano il bisogno fino in fondo, anzi il desiderio, di diventare genitori. I figli hanno bisogno ( e giustamente) di tutte le nostre attenzioni, di tanto tempo da dedicare loro, tempo materiale e spirituale. Mio figlio, ti faccio un esempio, mi dice sempre che vorrebbe giocare un pٍ di più con me, perchè gioca sempre con il papà. Il lavoro è importante, per carità, ma se hai famiglia devi farlo conciliare con i figli. Se i tuoi non avevano tempo per stare con un figlio, forse, e lo dico in punta di piedi ma schiettamente, non dovevano adottare. E' troppo facile esaudire l'egostico desiderio di essere genitori se poi i nostri figli li curiamo poco o per niente! Siuva non sto giudicando i tuoi, ma per le cose che scrivi sembra proprio che abbiate condotto due vite parallele. E in quel poco tempo che stavate insieme ti davano amore e affetto? Tuo padre ti ha mai abbracciata? Tua madre ti ha mai tenuto stretta stretta tra le sue braccia sussurrandoti una ninna nanna prima di andare a dormire? Ti hanno mai difeso a scuola quando i compagni ti prendevano in giro? Un'ultima domanda: a quanti anni sei stata adottata?
                              E' importante far luce su tutto questo per capire tanto Siuva.
                              Una cosa sento di dirtela e te la dico senza essere fraintesa: hai uno sguardo cosى dolce che spacca il cuore. Nonostante la tua età mi verrebbe voglia di stringerti forte tra le braccia, perchè mi sembri un pulcino che ha tanto ma tanto bisogno di amore. Che dici, con i miei 46 anni posso abbracciarti?

                              Comment

                              Working...
                              X