Annuncio

Collapse
No announcement yet.

E’ facile adottare in cile?

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • E’ facile adottare in cile?

    Ciao a tutti, sono ancora in Cile, a sbrigare una serie di problemi, che per un serie di motivi, vi potrٍ spiegare solo dopo il mio rientro in Italia
    Vi contatto per un altro motivo.
    Per fortuna, in Cile, il collegamento ad internet va molto bene (EVVIVA IL WIFI!!) e questo mi permette di mantenere i contatti con il resto del mondo. Una mia carissima amica, insieme al suo consorte, ha deciso di fare il grande passo e di voler adottare in Sud America ( ). Proprio in questi giorni, mi ha posto questa domanda semplice e delicata, a cui, paradossalmente, penso di non essere in grado di rispondere: temo di influenzarla troppo, per il fatto che sto vivendo in maniera “forte” ed “in diretta” questa esperienza. Non credo di poter esprimere ora un giudizio imparziale!
    Quindi, anche per rendere più vivo questo forum, ho pensato di chiedere il vostro aiuto, di coinvolgere anche voi, chiedendovi di aiutarmi a rispondere a questa mia amica.

    Penso che il rispondere a questa mia amica, possa risultare utile a più persone ed interessante per molti.
    Da un lato, sono sicura che sarebbe piacevole per chi ha già vissuto l’esperienza adozione in Cile ( sia recente che “datata”) “rivivere” quei momenti indimenticabili e emozionanti, raccontando la propria esperienza.
    Dall’altro, il confronto e il racconto di opinioni e “avventure” sarebbe utile a coloro che ( come la mia amica) si affacciano al mondo “adozioni internazionali” (più specificatamente “adozioni in Cile”) alla ricerca di informazioni sulla situazione di questo meraviglioso paese e sugli Enti che vi operano…
    E diciamo il vero, la maggior parte delle persone che ha adottato si è posta la domanda: in quale paese (o per lo meno in quale zona del mondo) sarà “meglio” andare ad adottare?
    Chi, fra noi che abbiamo (o stiamo) adottando, non si è posto questo quesito nella fase iniziale di questo percorso meravigliosamente emozionante?
    Mi auguro di vedere l’intervento sia di chi vuole far conoscere (anche con solo 2 righe) la propria esperienza in questo fantastico paese, sia di chi ha le idee un po’ confuse e non sa, come la mia amica, se "conviene" venire ad adottare in Cile (ed immagino che ci siano molte coppie che sono attratte dal fatto che in Cile in questo periodo si stanno perfezionando moltissime adozioni…).
    Quindi ripeto, butto sul tavolo un argomento molto delicato, ma interessante e utile per moltissimi:
    secondo voi, ب’ FACILE ADOTTARE IN CILE?

    Grazie, lundria

  • #2
    Lundria, alla tua amica mi sentirei di dire che nel vocabolario del mondo delle adozioni la parola "facile" non è contemplata!!!!!
    Io non sono ancora stata in Cile, ma penso che non esista un paese meglio di un'altro, ogni adozione è una storia a se, ogni percorso è diverso e non si puٍ generalizzare.
    Forse un paese si sceglie perchè lo si ama.

    Comment


    • #3
      E poi caso mai ti accorgi ad adozione conclusa che il tuo iter è stato "facile" ma non prima, e nessuno ti puٍ promettere che sarà tutto semplice, nè un ente nè amici che hanno adottato in quel paese e con quell'ente; come l'abbinamento ci sono coppie che attendono pochi mesi chi qualche anno sebbene abbiano dato mandato nello stesso momento,stesso ente e stesso paese.

      Comment


      • #4
        Ciao. Grazie per il vostro apporto!
        Mentre leggo le vostre parole, mi rendo conto come ogni intervento ed ogni esperienza sia utile per “ricostruire” il quadro più generale dell’esperienza “adozione in Cile”!
        Infatti, penso che ogni esperienza sia essere utile per ricostruire la visione globale dell “adozione in Cile”, cosى come ogni tessera, se posta vicino alle altre, aiuta a vedere il quadro generale di un puzzle.
        Non so se sono stata chiara, quindi faccio un altro esempio: se io guardo una moneta da un lato, ne vedo solo una faccia. Se un’altra persona guarda la stessa moneta dall’altro lato, vede solo l’altra faccia. Entrambi rischiamo di non capire che stiamo guardando una moneta e per giunta la stessa… solo unendo le due prospettive di visione, tramite il dialogo, entrambe abbiamo la visione completa e chiara di quello che stiamo guardando ( la moneta!).
        Quindi grazie degli interventi e spero che molti altri intervengano, aiutandoci a ricostruire la “reale” visione del puzzle o della moneta, che dir si voglia.
        Sono d’accordo con Albaros quando scrive che la parola “facile” stride con l’argomento “adozione”, cosى come condivido l’opinione di Debora quando scrive:
        << E poi caso mai ti accorgi ad adozione conclusa che il tuo iter è stato "facile" ma non prima >>
        E aggiungerei, se mi permetti, che solo tramite il confronto con altre esperienze puoi eventualmente comprendere di essere stata più o meno “fortunata” o che la tua esperienza è stata più o meno “facile” di altre…
        Come scrive Albaros, sul fatto che sia l’amore per il paese, da cui si desidera ricevere il più meraviglioso dei regali ( costruire una famiglia), a guidarti nella scelta, non ho dubbi !!
        … peccato che so per certo che alcuni enti “guidano” ( per non dire impongono) la scelta del paese…
        Circa le false promesse di cui parla Debora, non voglio spendere ulteriori parole… perché sei stata chiarissima.
        Tornando alla domanda di partenza e avendo contatti con diverse coppie, che si sanno affacciando ora al mondo dell’ “adozione internazionale”, mi sono resa conto quanto la parole “facile” sia molto “gettonata”… anche a sproposito e specie da chi ha le idee confuse in merito.
        ب anche per questo che ho chiesto il vostro aiuto. Forse cercando di confrontarci potremmo chiarire le idee a molti.
        Mi sorge un dubbio : forse, il concetto di “facile” è correlato all’ “idea allettante” che il numero di adozioni in Cile sta aumentando?
        Che se ne parla più che in passato ( molti enti stanno “pompando” sul Cile)?
        che i tempi di attesa sono spesso brevi o più brevi rispetto ad altri paesi? ....E chi più ne ha più ne metta...
        Che ne pensate?

        Comment


        • #5
          Instradare su certi paesi è prassi di tutti gli enti, e poi fondamentalmente non è la coppia nè l'ente che sceglie il paese perchè ci sono delle variabili, ad esempio noi che avevamo un figlio bio per alcuni paesi non era possibile adottare, mentre riguardo alla cina per me che sono di taglia over è impossibile, poi alcuni paesi chiedono che la coppia sia sposata in chiesa mentre altri che l'istruzione della coppia sia di livello superiore vedi diploma o laurea etc.......
          Noi volevamo adottare in un paese dell'est perchè avevamo accolto dei bambini bielorussi d'estate ( con il progetto Chernobyl ) per questo trovandoci bene e conoscendo la lingua russa il nostro ente ci propose l'Ucraina, ma l'unica cosa che non vedevamo di buon occhio ( se cosى si puٍ dire ) era l'abbinamento diretto a Kiev.
          Anche se nel periodo che ho adottato io in Ucraina era un paese molto gettonato per tutti gli enti, già le cose stavano cambiando, perchè i bimbi erano sempre più grandi e tante coppie tornavano a mani vuote ( se cosى si vuol dire ), noi che non avevamo posto paletti nè di età nè di sesso non abbiamo avuto problemi e il nostro iter è stato senza nessun problema.
          Mi dispiace non poterti aiutare sul Cile, ma so che in questo momento viene molto "reclamizzato" ( scusa la parola ) insieme alla Cina, Russia ( anche se è un pٍ in frenata ), e Congo ( fino a qualche tempo fà anche la Colombia ma purtroppo ci sono tante coppie che sono ferme ormai da svariati anni ) .

          Comment


          • #6
            Grazie Debora, le tue considerazioni sono molto interessanti, specie perché sostanzialmente confermi ciٍ che le coppie che conosciamo ci hanno raccontato.
            Credo che la mia amica mi abbia posto la domanda di partenza proprio sulla scia di quella “reclamizzazione”, di cui tu parli.
            Al di là di quello che possono raccontare gli enti, per chi ha vissuto e vive l’esperienza adozione in Cile: ma è proprio “facile” adottare in Cile?

            Comment


            • #7
              Ciao a tutti ogni tanto ricompaio...!

              Secondo me "facile" e "adozione" non sono due parole che non vanno molto d'accordo.
              Noi in Cile ci siamo trovati molto bene e non abbiamo avuto grossi intoppi! Comunque credo che ogni adozione sia una storia a sé, indipendentemente dal Paese.
              E' chiaro che se i bambini sono ben preparati e supportati da buoni servizi sociali le cose andranno sicuramente meglio...

              Invece volevo chiedere: c'è qualcuno che in Cile ha fatto una seconda adozione? Siccome ci stiamo preparando per un hermanito, volevamo sapere se in questi casi i tempi si dilungano o accelerano.
              Grazie

              Comment


              • #8
                ciao Chela, noi siamo in attesa per la seconda adozione.
                I tempi si dilungano se il primogenito è piccolo, perchè dal Cile arrivano bambini grandicelli e la primogenitura viene rispettata.
                Inoltre per quanto ho sentito preferiscono distanziare di almeno due anni l'età dei bambini.

                Comment


                • #9
                  Originariamente Scritto da albaros Visualizza Messaggio
                  ciao Chela, noi siamo in attesa per la seconda adozione.
                  I tempi si dilungano se il primogenito è piccolo, perchè dal Cile arrivano bambini grandicelli e la primogenitura viene rispettata.
                  Inoltre per quanto ho sentito preferiscono distanziare di almeno due anni l'età dei bambini.

                  Grazie... se posso sapere: da quanto aspettate? E quanti anni ha la vostra primogenita (almeno mi sembra di ricordare che sia femmina...)?

                  Comment


                  • #10
                    Ciao a tutti!
                    entriamo in punta di piedi dopo tanti tentennamenti.....
                    voi vi chiederete il perché di questi tentennamenti. Vi spieghiamo: stiamo muovendo i nostri primi passi nel mondo dell’adozione internazionale e pensiamo di orientarci verso il sud america.
                    Abbiamo fatto alcuni colloqui con gli enti della nostra zona, ma invece di chiarirci le idee ci ritroviamo più confusi di prima.
                    Posso confermare come qualcuno ha scritto prima, che molti ci hanno consigliato il Cile.
                    Ringrazio tutti.
                    Non conosciamo bene il mondo del forum se non per averlo consultato come fonte di aiuto nella ricerca di informazioni sulla parte precedente al decreto idoneita', ma ci ha attirato questo topic ( uno degli ultimi interventi sul Cile)per farvi delle domande… scusate se possono parere sciocchine.
                    Siamo d’accordo che in una adozione non ci sia nulla di facile in assoluto…. Forse, chi ha posto la domanda intendeva che in Cile è meno difficile rispetto ad altri paesi?
                    Nei colloqui fatti, ci hanno parlato di tempi di attesa (mandato – partenza) per il Cile in media molto bassi, circa di un anno. Me lo potete confermare?
                    In Cile non ci sono le fasce di età rigide come in Colombia,ma non ci è molto chiaro perٍ qual è l’eta media dei bimbi?
                    Scusate per le domande un po’ stupide, vi chiedo di rispondermi qui senza mandarmi al altri topic.

                    Comment


                    • #11
                      chela, ti ho mandato un m.p.

                      Comment


                      • #12
                        Originariamente Scritto da alleprimearmi Visualizza Messaggio
                        Ciao a tutti!
                        entriamo in punta di piedi dopo tanti tentennamenti.....
                        voi vi chiederete il perché di questi tentennamenti. Vi spieghiamo: stiamo muovendo i nostri primi passi nel mondo dell’adozione internazionale e pensiamo di orientarci verso il sud america.
                        Abbiamo fatto alcuni colloqui con gli enti della nostra zona, ma invece di chiarirci le idee ci ritroviamo più confusi di prima.
                        Posso confermare come qualcuno ha scritto prima, che molti ci hanno consigliato il Cile.
                        Ringrazio tutti.
                        Non conosciamo bene il mondo del forum se non per averlo consultato come fonte di aiuto nella ricerca di informazioni sulla parte precedente al decreto idoneita', ma ci ha attirato questo topic ( uno degli ultimi interventi sul Cile)per farvi delle domande… scusate se possono parere sciocchine.
                        Siamo d’accordo che in una adozione non ci sia nulla di facile in assoluto…. Forse, chi ha posto la domanda intendeva che in Cile è meno difficile rispetto ad altri paesi?
                        Nei colloqui fatti, ci hanno parlato di tempi di attesa (mandato – partenza) per il Cile in media molto bassi, circa di un anno. Me lo potete confermare?
                        In Cile non ci sono le fasce di età rigide come in Colombia,ma non ci è molto chiaro perٍ qual è l’eta media dei bimbi?
                        Scusate per le domande un po’ stupide, vi chiedo di rispondermi qui senza mandarmi al altri topic.
                        Ciao, alleprimearmi.
                        Benvenuta o benvenuto.
                        Ti faccio i miei in bocca al lupo per il percorso che avete scelto.
                        Comprendo benissimo il tuo smarrimento, perché anche noi all’inizio ci sentivamo più confusi che informati.
                        Per quel che posso, sono a disposizione se hai domande,eventualmente anche in mp, visto che siamo in Cile da più di due mesi.
                        Personalmente, ritengo che in generale non esista una “domanda stupida” e tanto meno nell’ambito dell’Adozione… forse, se avessimo fatto più domande “sceme”, non ci troveremmo nell’attuale situazione.
                        Purtroppo, non posso proporti la nostra esperienza come termine di paragone, perché, nel nostro caso, si sono verificati dei gravi imprevisti che hanno ostacolato i tempi della partenza. Perٍ, conosco alcune coppie, che hanno avuto un tempo di attesa più breve del nostro e spero che intervengano per raccontarti la loro esperienza.
                        Siccome siamo ancora in ballo, qui in Cile, per altre domande più delicate, preferisco parlarne in mp.
                        ciao

                        Comment


                        • #13
                          So che faccio una domanda difficile, ma ho bisogno di aiuto. Qualcuno che ha adottato in Cile puٍ farmi qualche nome di ente, anche in mp, e raccontarmi un pochino la sua esperienza, se non se la sente di farlo qui?
                          Perché, purtroppo, in parecchi colloqui abbiamo avuto la sensazione che ci raccontassero quello che ogni coppia confusa vorrebbe sentirsi dire….. questa è la mia impressione, non so… che ne pensate?
                          Mettendo insieme i colloqui con gli enti, leggendo questo e altri forum, il Cile comincia a interessarci. Anche perché, in questo topic sembra che siano più i pro che i contro di una adozione in Cile!
                          Perٍ, forse perché sono di un po’ sospettosa di carattere, rimango un po’ …. titubante… quando mi raccontano che è tutto rosa, ho un po’ di paura. Mio marito dice che esagero, che rischio di essere la solita “portasfiga”
                          Uffa! Sono molto confusa, mi potete aiutare almeno a ridurre il numero di enti fra cui scegliere?
                          Una volta capito quale paese interessa ( forse x noi il Cile), sulla base di che cosa è meglio scegliere un ente piuttosto che un altro?
                          …. Per favore non ditemi che è “solo” una questione di pelle, perché se no mi confondo ancora di più….
                          So che vi faccio ridere, ma purtroppo sono fatta cosى….

                          Comment


                          • #14
                            O, finalmente qualcuno che va al sodo!!!
                            Io voglio adottare un bambino.
                            Qs info di solo un annetto di attesa, mi piace, xke mio marito tiene una certa età.
                            Dalla mia amica parrucchiera ( ciao Lina), ieri o letto ke x il cile si aspetta meno di anno x portarlo a casa e che non sono tanto bruttini….. xٍ nel giornale non ci stava scritto ke età anno. Ma come dice allepri, ma ke età tengono i bambini del cile?

                            Comment


                            • #15
                              jessica, cosa intendi dire con "che non sono tanto bruttini"??????

                              Comment

                              Working...
                              X