Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Destinazione Congo con Ai.Bi.?

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Destinazione Congo con Ai.Bi.?

    Ciao a tutti, volevamo sapere se qualcuno di voi ha scelto di dare mandato ad Ai.Bi per l'adozione in Congo e avere qualche info su come vi state trovando e se, ovviamrnte, lo consigliereste. Noi siamo abbastanza convinti su questa destinazione, ma i dubbi non mancano.

    Un grazie di cuore a chi vorrà darci qualche dritta!
    P&N

  • #2
    Ciao patty e benvenuta/i.
    Noi siamo partiti per la RDC un anno e mezzo fa (con Aibi). Nel mondo dell'adozione a volte le cose cambiano rapidamente e le informazioni "si datano". Perٍ qualcosa te la posso dire nella speranza che sia utile. Abbiamo trovato il Congo una destinazione difficile nel senso che, a fronte di un rapido abbinamento (pochi mesi), siamo poi rimasti nell'incertezza per circa nove mesi a causa di difficoltà burocratiche di natura piuttosto oscura. Poi, ad agosto del 2010, la situazione si è sbloccata: dovevamo partire verso gennaio/febbraio e siamo partiti all'inizio di settembre. Anche la data di partenza è cambiata un paio di volte nel giro di un mese (sempre per questioni di documenti). La permanenza a Kinshasha è stata di circa 20 giorni, ma anche durante questo periodo le incertezze non sono mancate: firme rimandate, funzionari che non vedevano (?) la pratica o non si presentavano al lavoro... siamo riusciti a ripartire quasi all'improvviso, comperando il biglietto all'ultimo minuto e dopo aver fatto la voce grossa con il personale italiano che, in loco, seguiva il nostro percorso adottivo.
    L'avvocato congolese che ci affiancava nelle pratiche (penso che per la RDC sia sempre lo stesso, anzi, lo spero) è stato eccezionale.
    Sembra poco promettente...ma qs è la nostra esperienza. Da quanto abbiamo vissuto noi e da quanto abbiamo sentito da altre coppie che hanno adottato in altri paesi(dove magari l'iter è piuttosto lungo,ma poi, una volta avviato, procede per tappe relativamente certe), posso definire la RDC è in situazione "instabile e precaria". Qs perٍ un anno e mezzo fa. Puٍ essere che anche l'esperienza dei volontari italiani dell'ente sia migliorata e certi aspetti siano ora gestiti con più sicurezza:quando siamo partiti noi, con altre due coppie, eravamo un po' "pionieri".
    Per una prima adozione siamo partiti, per cosى dire, "alla cieca", accettando via via dei rischi sia per necessità (eravamo ormai in ballo...) sia per amore: volevamo tornare a casa al più presto con la nostra bambina.
    Se dovessimo partire per un'altra adozione non so se torneremmo in RDC, soprattutto perchè non ce la sentiremmo assolutamente di portare con noi la bambina.
    Quindi... per una prima adozione ci si puٍ "lanciare" informandosi bene, benissimo presso l'ente dei rischi, burocratici in primo luogo e sapendo che la RDC ha delle criticità in più rispetto ad altri paesi. E' pur vero che tutti i paesi hanno, chi più che meno, delle difficoltà: bisogna pretendere il massimo della chiarezza, per quanto possibile, e nello stesso tempo, accettare un buon margine di rischio.
    Qs è quello che possiamo dire noi.
    A disposizione per ogni chiarimento (tieni cmq conto del tempo trascorso dalla nostra partenza e dei possibili cambiamenti subentrati),
    Cheyenne

    Comment


    • #3
      Salve, confermo bene o male le informazioni di cheyenne. La RdC è particolare e difficile perché non vi è niente di sicuro, anche se devo dire che per quanto ci riguarda, i tempi che ci avevano prospettato in A.i.b.i. sono per ora stati rispettati:
      20 giorni per la destinazione paese, 5 mesi per l'abbinamento
      Credo che per diverse cose l'ente non possa fare molto, come ad esempio l'andamento burocratico dei documenti in R.d.C.

      Ema

      Comment


      • #4
        Non ci posso credere, adesso posso finalmente dirlo, abbiamo aspettato la comunicazione ufficiale per raccomandata e oggi é arrivata:da oggi siamo destinati al Congoooo. Che bello, anche noi adesso siamo congogenitori in attesa! Finalmente posso raccogliere tante tante informazioni grazie a voi, come se fino ad ora mi fossi trattenuta, ma almeno non devo combattere con mio marito che prima mi diceva di non correre troppo e fissarmi su un paese,perchè magari poi l'ente decideva per un altro. Adesso invece posso raccogliere quante più notizie possano servirci e condividerle con chi ne è interessato.

        Comment


        • #5
          Originariamente Scritto da pezzettino Visualizza Messaggio
          Che bello, anche noi adesso siamo congogenitori in attesa!
          Tantissimi auguri!!!!

          Comment


          • #6
            Originariamente Scritto da pezzettino Visualizza Messaggio
            Non ci posso credere, adesso posso finalmente dirlo, abbiamo aspettato la comunicazione ufficiale per raccomandata e oggi é arrivata:da oggi siamo destinati al Congoooo.
            Ciao Pezzettino, scusa ma cosa intendi per "abbiamo aspettato la comunicazionie ufficiale" ? Perchè non era certo che foste abbinati al Congo? Cioè.. all'incontro informativo l'ente con noi ha detto che loro consigliano quale puٍ essere un paese piuttosto che un altro, ma che cmq la scelta ultima rimane alla coppia.. noi siamo all'inizio del percorso, potrebbe anche andarci bene un abbinamento "caldamente consigliato dall'ente", anzi lo capisco, perٍ vorrei capire bene come è il metodo.. mi illuminate??? Grazie!!!!

            Comment


            • #7
              Ciao cavolini,ti spiego subito: quando noi abbiamo fatto i vari incontri: informativo, formativo, e quello con la psicologa, ci è sempre stato detto che potevamo dare delle preferenze sul paese che sarebbero state di certo tenute in considerazione, ma che alla fine avrebbe deciso Ai.Bi. il paese di nostra figlia tenendo conto di vari fattori tra cui le nostre caratteristiche di coppia, le caratteristiche richieste dal paese( tipo gli anni di matrimonio, la salute,l'età), il fatto che un paese sia pressochè fermo,ecc. Per questo parlavo di comunicazione ufficiale, perchè l'Africa era uno dei paesi che avevamo nel cuore, ma non avevamo nessuna certezza che ci avrebbero destinati proprio li. Spero di esserti stata utile, ciao

              Comment


              • #8
                Si grazie chiarissimo!

                Comment


                • #9
                  Salve a tutte/i,

                  sto raccogliendo un po' di 'voci' sul Congo. Siamo una coppia alla seconda adozione e ci è stata prospettata come possibile meta, proprio la RDC. Siccome non ne sappiamo assolutamente nulla, a parte quel poco che si trova sui siti degli enti, vorrei capire quanto sia o meno "difficile" il soggiorno di un mese in Congo. Girano voci un tantino discordanti sul questa meta, descritta come fortemente instabile (della serie: te ne stai chiuso 1 mese in albergo, meglio se non esci per strada con i bambini); oppure come "no, non ci sono problemi dove operiamo noi è tutto tranquillo..." (e io mi sono immaginato i caschi blu all'entrata del resort).:-)
                  Insomma, se qualche genitore reduce dalla RDC volesse condividere la sua esperienza con noi, ne sarei molto felice.

                  Grazie a tutte/i.
                  MilletopiX3

                  Comment


                  • #10
                    Ciao..devo chiederti un' informazione...che differenza c'è tra la destinazione al paese e l' abbinamento vero e proprio...? Mi sono persa questo passaggio...

                    Comment


                    • #11
                      Destinazione paese: ti dicono in quale paese adotterai. Poi ti diranno quali doc preparare etc.. All'abbinamento invece saprai chi è tuo figlio

                      Comment


                      • #12
                        Destinazione è il momento in cui si decide in che paese andrai, e di solito avviene abbastanza presto, poco dopo il mandato. Il paese viene scelto da molti enti, tenendo conto delle indicazioni della coppia - sempre che ne abbiano -.

                        L'abbinamento vero e proprio invece è il momento in cui dal paese arriva una segnalazione del minore adottabile per i neo-genitori. Avviene in tempi molto variabili a seconda del paese, dell'ente, della disponibilità data dalla coppia a problemi di salute e altre incognite. Quando arriva la segnalazione per l'abbinamento, solitamente si ha la foto dell'adottando, i dati essenziali, e, a seconda del paese, schede mediche più o meno precise. Quando arriva questa segnalazione i neogenitori devono dire se accettano o no l'abbinamento. In alcuni casi è un atto tempestivo (giro di poche ore) in altri c'è più tempo (1 giorno?).
                        Per la prima adozione in Cina, abbiamo avuto la destinazione paese praticamente al momento del mandato, e l'abbinamento 7 mesi dopo.

                        Ciao ciao.

                        Comment


                        • #13
                          grazie a tutti... adesso è molto più chiaro!!

                          Comment

                          Working...
                          X