Annuncio

Collapse
No announcement yet.

Etiopia ( adozioni trasparenti )

Collapse
X
 
  • Filter
  • Ora
  • Show
Clear All
new posts

  • Etiopia ( adozioni trasparenti )

    Vi segnalo:
    Link: http://uai-news.blogspot.com/2011/01/ad ... other.html

    ci sono dei filmati su you tube da guardare...su cui riflettere...

  • #2
    Credo che il link sia incompleto.

    Comment


    • #3
      you tube

      Children for Sale - KRO Brandpunt - part 1
      e part 2

      ci sono 2 filmati

      Comment


      • #4
        Grazie per la segnalazione, geno... Ho visto (
        Ma la nuova procedura ha portato ad un cambiamento in questo 'pattern'?

        Comment


        • #5
          questo video è terribile
          ma la cosa peggiore è che è stato girato a dicembre 2010, Hotel Ghion.....
          lo so bene perchè io c'ero......
          e gli enti? non intervengono?
          non solo non aiutano le coppie ma non fanno nulla per contraddire le accuse che ci vengono fatte dagli altri stati
          bello schifo e grazie al mio ente che protegge e tutela le coppie!

          Comment


          • #6
            Grazie Geno!Ho visto è terribile quello che accade non ho parole !!! (nella terza parte ci siamo anche noi)

            Comment


            • #7
              grazie geno per la segnalazione. ho visto il video. purtroppo quello che viene raccontato non è una novità... ma questo non significa che faccia meno male. anzi...

              ho una domanda. forse qualcuno di voi sa spiegarmi una cosa che mi martella in testa. sarٍ ignorante e anche un po' ingenua, scusatemi, ma ... con tutti i bambini abbandonati che ci sono in etiopia, con gli orfanotrofi statali che esplodono, con le difficoltà di trovare posto dove far stare i bimbi in attesa di adozione ... che bisogno c'è di reclutarli??? perchè viene adottata questa pratica? io proprio non capisco...
              la nostra referente in etiopia ci raccontava che -ogni mattina- la polizia raccoglie neonati abbandonati per le strade. perchè allora andare a cercare altri bambini nelle campagne?
              aggiungo anche un'altra cosa. il nostro ente ci spiegava che i rallentamente -oltre alla nuova procedura- sono dovuti al fatto che l'Etiopia vuole tirare un po' il freno a mano sulle adozioni internazionali perchè se dai tanti bambini in adozione -come accaduto negli ultimi anni- dimostri alla comunità internazionale quanto sei povero, quanto bisogno hai di aiuti, che paese fragile sei
              ... sarebbe un motivo in più per non avere troppi bambini da distribuire, nooo??
              Last edited by fra78; 16-02-12, 10:26 PM.

              Comment


              • #8
                Beh...non è proprio cosى...i rallentamenti ci sono perchè vengono vagliati meno casi e molto più approfonditamente...se pensi che si è passati da 50 adoz. a 5 adoz. ....e che molti istituti sono stati chiusi per gravissime irregolarità ( tra cui anche l'istituto dove erano le mie figlie...)

                La tua referente in Etiopia come si chiamava?...se non ti va di esplicitarlo, puoi dirmelo in privato?

                Ethiopia
                August 3, 2011

                Notice: Confirmation of Orphanage Closures in Ethiopia
                Ethiopian government officials have confirmed that several orphanages in the Southern Nations state are closed due to revocation of their licenses to operate by Ethiopian authorities.

                These orphanages are:

                SOS Infants Ethiopia (Arbaminch, Dilla, and Awassa branches)
                Gelgella Integrated Orphans (Tercha and Durame branches)
                Bethzatha Children’s Home Association (Sodo, Hosaena, Dilla, and Awassa branches)
                Ethio Vision Development and Charities (Dilla branch)
                Special Mission for Community Based Development (Hosaena branch)
                Enat Alem Orphanage (Awassa branch)
                Initiative Ethiopia Child and Family Support (Awassa branch)
                Resurrection Orphanage (Hosaena branch)
                According to officials in the Charities and Societies Agency office, which oversees the licensing and regulation of orphanages in Ethiopia, the children in the care of those facilities have already been transferred to other orphanages.

                Ethiopian officials indicate that cases involving orphaned children from these facilities that are already pending with the Federal First Instance court will continue to move forward. The U.S. Embassy in Addis Ababa is working closely with Ethiopian officials to determine if children from these facilities who were previously referred for adoption or matched with prospective adoptive parents will be allowed to continue in the adoption process. MOWCYA officials have confirmed that the affected children’s case files are currently being reviewed, a process that is expected to last at least one month.

                Comment


                • #9
                  la cosa vergognosa è che queste notizie arrivano direttamente dall'estero...i nostri enti fanno gli gnorri e mandano allo sbaraglio coppie piene di entusiasmo......i nostri enti si fanno promotori di slogan toccanti " diamo voce a chi non ha voce"..."dalla parte dei bambini"..."ogni bambino ha il diritto di avere una famiglia".................e poi?....i bambini non vengono ascoltati...la loro storia viene negata...e se siete fortunati vi dicono che...i bambini lavorano di fantasie......
                  no...io dico no a tutto questo...abbiamo bisogno di informazione e di trasparenza...credo che nessuno di noi voglia un figlio a tutti i costi...

                  Comment


                  • #10
                    I minori accolti in istituto sono spesso bambini abbandonati, accompagnati lى dalla polizia dopo essere stati trovati sulle strade, o portati da adulti che dichiarano di essere dei parenti,di averli presi con sè dopo la morte dei loro genitori ma di non essere in grado di occuparsene stabilmente.
                    Tuttavia è stato affermato da tutti i funzionari che abbiamo incontrato che molti bambini dichiarati soli hanno dei familiari o addirittura dei genitori, i quali li affidano volontariamente agli istituti o li abbandonano nella speranza che vengano accolti in un luogo dove qualcuno provveda alla loro sussistenza. Qualcuno dei funzionari incontrati ha proposto la stima che il 30% dei bambini negli istituti abbia dei genitori (cfr. incontro con la Regione)

                    il messaggio per intero con il link di riferimento li ho postati in adozioni Etiopia

                    Comment


                    • #11
                      Etiopia: da 50 adozioni al giorno a 5!

                      Ridurre le adozioni per evitare casi di frode ed illegalità. E’ questo l’obiettivo del Governo Etiope che intende limitare il numero di adozioni internazionali giornaliere a 5 anziché 50. Una riduzione che secondo il governo del paese africano è necessaria per evitare situazioni di corruzione. Secondo gli avvocati delle agenzie di adozione, per la maggior parte americane, questo provvedimento lascerà molti orfani etiopi senza la possibilità di una famiglia adottiva all’estero.

                      Il Ministero delle donne, dei bambini e della gioventù etiope ha emanato una direttiva dicendo che elaborerà un massimo di cinque adozioni internazionali al giorno, a partire dal 10 marzo. Attualmente, il ministero sta elaborando un massimo di 50 casi al giorno, circa la metà dei quali negli Stati Uniti.

                      La riduzione dei casi, fino al 90 per cento, permetterà un più attento esame dei documenti utilizzati per la verifica dello stato di orfano dei bambini.

                      Il portavoce del ministero Abiy Efrem ha detto che questo provvedimento è stato adottato in seguito alle numerose segnalazioni di frode nel processo di adozione.

                      “Quello che abbiamo visto finora sono stati casi di pratiche illegali. E’ un abuso. Queste direttive apriranno la strada a nuove forme di garanzia”, ha detto Abiy Efrem.

                      Le indagini hanno messo in evidenza l’esistenza di operatori senza scrupoli, che hanno ingannato i genitori etiopi, falsificando i documenti dei bambini che venivano poi coinvolti nelle adozioni.

                      Le coppie americane spesso pagano più di $ 20.000 per adottare un bambino etiope. Tali importi sono una tentazione enorme in un paese dove la famiglia media guadagna qualche centinaio di dollari al mese.

                      Le statistiche del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti hanno dimostrato che nell’ultimo anno più di 2.500 orfani etiopi si sono recati negli Usa. Un dato che negli ultimi anni è cresciuto di dieci volte, rendendo l’Etiopia la seconda destinazione più popolare per gli Americani che cercano di adottare all’estero, dopo la Cina.

                      Abigail Rupp, capo della sezione consolare presso l’Ambasciata degli Stati Uniti ad Addis Abeba, dice questa riduzione potrebbe provocare un calo delle adozioni da 2.500 a meno di 500 nel prossimo anno. La preoccupazione più grande è per i circa 1.000 bambini che hanno già avviato le procedure di adozione, che potrebbero essere costretti ad aspettare più di un anno per definire la loro situazione.

                      Ted Chaiban, capo dell’ufficio dell’agenzia UNICEF Onu per l’infanzia di Addis Abeba, ha definito le nuove norme “un passo importante” per sradicare le irregolarità nel sistema e trovare soluzioni locali basate sulla famiglia per i 5 milioni di orfani etiopi.
                      “Quello che è importante è che ogni bambino abbia la possibilità di una gamma di opzioni a partire dal ricongiungimento familiare fino all’adozione internazionale. A questo proposito il lavoro svolto dal ministero deve essere rafforzato e sostenuto” ha detto.
                      (Fonte: Voice of America del 4/3/2011)
                      http://www.aibi.it/ita/etiopia-da-50-ad ... iorno-a-5/

                      Comment


                      • #12
                        Si Geno, hai ragione, purtroppo è come dici tu.
                        i bimbi non hanno voce, quello che dicono se lo inventano.....
                        le carte, secondo gli enti, sono la "bibbia" della loro situazione etiope ma non è cosى.
                        mio figlio ha 6 tra fratelli e sorelle e dalle carte ne risultano solo 2.
                        poco tempo fa ho chiesto al mio ente se c'era il modo di avere notizie della sorellina più piccola e mi è stato risposto "boh, forse è stata data in adozione!"
                        ma come? i fratelli non devono essere separati, MAI!!!!!!!!
                        dopo la notizia della chiusura di alcuni istituti (tra cui quello di provenienza di mio figlio) ho chiesto notizie al mio ente e mi è stato detto che sono cose che capitano...
                        ma che caxxo dicono? non possono e non devono capitare: i bimbi sono persone, hanno diritti come tutti e vanno tutelati perchè indifesi.
                        sono indignata da questa omertà e la cosa che mi dispiace è che a questi forum accedono, in prevalenza, coppie che hanno già adottato e non quelle in attesa di conferire il mandato.
                        Se io fossi stata messa in guardia da qualcuno prima, avrei scelto con molta più cura l'ente!!!!!!!!!!!
                        io sono fortunata ad essere la mamma di mio figlio, ma che prezzo dovrà pagare lui per questo?
                        buona giornata a tutti
                        per geno: un grande abbraccio

                        Comment


                        • #13
                          altra considerazione: una condizione del contratto di adozione (perchè di questo si tratta, di un CONTRATTO) è che si debba mantenere il rapporto con le famiglie di origine....
                          ma quando una famiglia chiede di avvalersi di questa opportunità gli viene negata. ma perchè??????
                          non significa voler rinnegare i propri figli, anzi......
                          per me significa amare i propri figli, riconoscere ed accettare le loro origini, magari aiutandoli a comprendere appieno il significato del gesto compiuto dalla famiglia di origine.
                          non ritengo giusto di dover essere accusata, da chi ha visto tutto, di aver comprato mio figlio, perchè cosى non è.... ma chi mi dice che non siano stati dati dei soldi per lui alla sua famiglia di origine??????
                          chi mi garantisce che la sua adozione, per la famiglia di origine, abbia il significato che ha per noi?
                          chi mi assicura che la famiglia di origine avesse ben chiaro il concetto di adozione e non lo considerasse solo un "affido temporaneo"?
                          chi mi assicura che mio figlio non mi odierà per averlo portato via dalla sua tanto amata Etiopia????????

                          Comment


                          • #14
                            Scusate ma questa volontà di ridurre a 5 ado al giorno era già stata annunciata un anni fa e sembrava che il Mowa riducesse proprio solo x gli usa!Ora il concetto e' lo stesso o la riduzione e' x tutti i paesi?

                            Comment


                            • #15
                              certo giaffa, la riduzione è per tutti i paesi perchè tutti i paesi "prelevano" i bimbi dagli stessi orfanotrofi.
                              ed è lى che il governo etiope sta cercando di fare chiarezza, valutando la veridicità delle dichiarazioni di stato di abbandono dei bimbi....
                              sappi che noi abbiamo conferito mandato a dicembre 2009 e abbinati a maggio 2010, partiti dicembre 2010.....
                              adesso passa almeno un anno per l'abbinamento e x tempo prima del primo viaggio (nel frattempo sono cambiate le procedure sempre per andare incontro alle necessità dei bambini).
                              tra il primo e il secondo viaggio: tempi non stimati, ma nel frattempo i bimbi restano lى, senza le appropriate cure e attenzioni che invece riceverebbero già nelle nuove famiglie.
                              questo è......
                              un abbraccio

                              Comment

                              Working...
                              X