Richiedi la Tessera Amico dei Bambini 2018
Pagina 4 di 4 PrimaPrima ... 234
Risultati da 31 a 33 di 33

Discussione: Articolo su adozione e adolescenza

  1. #31
    Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    353
    OK, allora in onore innanzitutto di Giulio, e poi per tutti i papà e mamme adottivi, e cosa non secondaria, per l'avvicinarsi della Festa del Papà.... eccovi l'Oscar che tutti meritiamo:
    OSCAR---.bmp

  2. #32
    Senior Member
    Data Registrazione
    Nov 2012
    Località
    Lombardia
    Messaggi
    353
    Scusate se intervengo ancora.
    Ma a volte il caso - o la Provvidenza- ci mettono il naso. Ho appena ricevuto un invito a partecipare ad un incontro a Milano il prossimo sabato 24 marzo sul tema:
    Il mistero dell’abbandono e l’accoglienza in famiglia. (se interessa a qualcuno il gruppo è Famiglie per l'Accoglienza).
    Io non potrò andare, ma mi interessa molto che come ordine del giorno della riunione riportano alcune frasi di un incontro che hanno avuto con una certa Sangeetha Bonaiti, figlia adottiva ora mamma alla terza gravidanza,

    "Sangeetha ci ha testimoniato che, ad un certo punto della propria vita, ha vissuto un momento di svolta radicale decidendo di ‘adottare’ a sua volta i propri genitori. Fino a quel momento lo sguardo su di loro era diverso, erano “alle spalle”. Durante una litigata si è invece accorta di come i genitori le fossero “davanti in ginocchio”. Questo ha maturato in lei la consapevolezza di un amore così grande di genitori che “si abbassano per guardarti dal basso verso l’alto”. Sangeetha ha sintetizzato la sua svolta: “Di fronte a due così, io vi scelgo e da qui in poi voi sarete completamente i miei genitori”.

    Quale atteggiamento abbiamo verso i nostri figli anche quando le provocazioni o disagio emergono in modo evidente? Cosa pensiamo della posizione dei genitori di Sangeetha?
    Sangeetha ci ha anche raccontato la piena coscienza della ferita dell’abbandono, e della domanda sulla propria origine, giunta alla terza gravidanza. Ci ha detto: “Di fronte a questa sofferenza ci sono genitori che vorrebbero togliere la ferita, un’intenzione comprensibile. Ma non la si può estirpare, non si può risolvere: rimane mistero. Forse questo è il vero casino, ma anche occasione per diventare grande”.
    Come stiamo di fronte a questo mistero di abbandono? Cosa possiamo condividere con il dolore e le domande dei nostri figli? "


    Scusate ancora, mi sembrava che c'entrasse con quello che siamo detti.....

  3. #33
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    1,013
    Patan non ti scusare, anzi grazie. Molto toccante quello che racconta Sangeetha. Sono sul treno e leggendo, mi scorrono le lacrime. La conoscerò di persona tra qualche tempo, non a Milano. È molto bello quello che scrive dei suoi genitori, anche il mettersi in ginocchio. Io sento che a mio figlio faccio dono anche delle mie, di ferite. Non sono un super genitore, una super mamma salvatrice. Siamo due incompleti, due feriti dal destino (tre, con mio marito) che unendosi cercano di completarsi.

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •