#BeASuperhero

Trasforma la tua spesa, in una donazione a favore di Amici dei Bambini.
Presso tutti i supermercati della catena Carrefour fino al 5 novembre, ogni 20€ di spesa riceverai un
bollino con un codice. Vai sul sito www.beasuperhero.carrefour.it e votaci

Pagina 416 di 417 PrimaPrima ... 316366406414415416417 UltimaUltima
Risultati da 4,151 a 4,160 di 4170

Discussione: Giorno dopo giorno..racconto il mio affido...

  1. #4151
    Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Località
    Italia
    Messaggi
    734
    sì sI RAGAZZE, ci vuole il nulla osta ed è compito dei SS fare il trasferimento.
    Ma io devo intanto sentire quale scuola può accolgierli e dare ai SS il nome da contattare.
    é verò che starebbe a loro anche questo, ma preferisco occuparmene a livello informativo per poterli iscrivere nella scuola che abbiamo preferito, sia per distanza da casa sia per gli insegnanti che (almeno alcuni) ci hanno raccontato essere sensibili al tema minori fuori famiglia.
    Speriamo, domani incontro con vicepreside !

    OSV BENE IL PICCINO !
    forza ragazze, chi si ferma è perduto e in questa strada coraggio, fiducia e immenso amore sono il motore di tutto

  2. #4152
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jul 2014
    Località
    emilia romagna
    Messaggi
    3,624
    Buongiorno,
    in questi giorni i ragazzi mi stanno raccontando di amici in difficoltà familiari.
    I problemi familiari di questi amici sono le separazioni dei genitori e le liti fra ex coniugi. La mamma di uno di questi amici, non ho capito bene il perché, si è rivolta ai servizi sociali. E uno di questi ragazzi presto incontrerà un assistente.
    Il punto è questo: i ragazzi hanno iniziato a parlare dell'affido e dell'allontanamento dei minori dalla famiglia sentendo questi argomenti, anche perché uno di questi amici al fatto dell'incontro con l'assistente sociale ha detto ai miei: "mi sa che cambierò anche io famiglia, che finirò in un'altra famiglia".
    Al discorso allontanamento dalla famiglia il più piccolo mi ha chiesto se secondo me ci siano i presupposti per portarlo via. E io gli ho detto di no.
    Gli ho detto di no, perché il ragazzo mi sembra comunque molto seguito dai genitori nonostante i litigi...E ho spiegato che i figli vengono portati via proprio in casi gravissimi e in modo particolare quando ci sono situazioni di trascuratezza, abbandono (ho avuto timore a fare questo discorso, ve lo giuro, e mi chiedo se ho fatto bene visto l'argomento).
    Il grande invece di fronte a questo argomento è saltato su dicendo: andrà via dalla famiglia, perché sono poveri. I figli li tolgono ai poveri.
    Vi giuro, mi sono cascate le ginocchia. Un discorso che ho sempre sentito fare dai genitori biologici a cui hanno tolto i figli e che è una loro giustificazione a mancanze loro.
    Ho risposto che se dovessero togliere i figli a tutti i poveri d'Italia, ci sarebbero un milione di bambini in Italia abbandonati...e poi ho provato a spiegargli come funziona.
    Ma il discorso, estremamente delicato, mi ha fatto capire una cosa e che io spesso ho detto all'assistente.
    Secondo me ai ragazzi non avete mai spiegato bene il perché sono stati allontanati dalla famiglia, questo l'ho sempre detto ai servizi. Ma loro secondo me, prima perché i minori erano più piccoli non l'hanno fatto, ora non vogliono neanche più affrontare l'argomento.
    Il risultato è che il più grande che ho io e che è quello su cui la madre sente più vicino e che prova sempre a influenzarlo su molte cose, è convinto di essere stato allontanato perché povero, visto il discorso di ieri.
    Cosa che non è così, perché la povertà è solo un contorno nella sua situazione di affido....ve lo garantisco

  3. #4153
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    lombardia
    Messaggi
    4,488
    Faccenda complicata! se il ragazzo pensa con convinzione, di essere stato allontanato per questo, avrà sempre grosse difficoltà ad accettarlo, troverà scuse per coprire la madre, penserà di esssere vittima di un abuso...e non realizzerà il problema vero, penserà che crescere trascurati o peggio, sia cosa buona e giusta, penserà che voi avete poco da insegnargli, perchè lui sa già dove sta il giusto!! Insomma, un bel casino, data sopratutto l"età dei ragazzi!!
    Io, e ripeto io, lo prenderei e comincerei a parlare..parlare anche se ti risponde male o sta muto, certo non è facile, devi parlare di sua madre, delle sue origini senza urtarlo ma..chiaramente..partirei dalchiedergli se o quale differenze trova tra le due realtà voi e prima..gli chiederei se trova giusto..che un ragazzino sia trascurato, chiarendo che la famiglia spesso non trascura per pura cattiveria , ma perchè non ha gli strumenti per capire..quindi..ecco l"importanza dell"affido, l"importanza di crescere riuscendo a distinguere le cose.. capire le situazioni...OSV.non è facile, ma credo vada fatto, aleno provarci, cosi non può stare la situazione!!! non so che altro dirti..sono qui..
    Il vero male è l"indifferenza

  4. #4154
    Senior Member L'avatar di rosmir
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    2,785
    Situazione che conosco bene Osv. il fratello maggiore di Camy affidato in una casa famiglia fino ai 18 anni viveva lo stesso stato d'animo...ho avuto modo di capire poi nei tanti incontri gli assistenti sociali, restavano molto sul generico...anche con Camy non affrontavano mai gli argomenti piu' spinosi. Lo abbiamo fatto noi.
    A tutt'oggi il fratello maggiore di camy giustfica tutto quello che è successo e colpevolizza il fratello. La penso come Amanda parlaci e tanto, non sara' facile ma capira' e si sentira' meglio. Tieni presente che a volte è quasi fisiologico per loro avere anche tanti sensi di colpa. Un abbraccione virtuale.

  5. #4155
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    3,216
    “IO VOGLIO ESSERE RISPETTATO”
    Divi: ”mamma io voglio essere rispettato, ma c’è chi non lo fa”
    Io: “rispettato in cosa? Puoi spiegarmi meglio? Cosa mi vuoi dire?”
    Divi: ”alcuni mi dicono che devo tornare nel mio paese e che non è possibile avere due mamme, ma io spiego che sono nato in Italia e che ho due mamme, ma nessuno mi crede!”
    Io: ”Mi spiace tanto, questo succede perché la tua mamma è di colore e la maggioranza delle persone non sa dell’esistenza dell’affido familiare. Il tuo paese è l’Italia ed è bello essere una grande famiglia, perché in questo modo siamo più forti aiutandoci l’un con l’altro. Tu non dare più risposte, da un orecchio ti deve entrare e da un altro uscire”
    Divi: “Io però ci sto male”
    Io: “Ascoltami, tu sei in Italia e hai papà, due mamme e tuo fratello che ti vogliamo un mondo di bene e sempre, noi tutti, saremo vicini a te e alla mamma I. Tu pensa solo questo e non ti deve importare di quello che dicono gli altri, perché in questo mondo ci sono tante persone cattive e con la lingua biforcuta, ma tu sii fiero di quello che sei e di come sei, nessuno ha il diritto di giudicare e se lo facessero non rispondere mandandoli dentro di te a stendere!” .
    Divi: “Grazie mamma, ti voglio bene”.

  6. #4156
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jan 2017
    Località
    Friuli Venezia Giulia
    Messaggi
    197
    Amore ....

  7. #4157
    Senior Member L'avatar di rosmir
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    2,785
    Bes i brividi un abbraccio!

  8. #4158
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Località
    lombardia
    Messaggi
    4,488
    Piccolo! e piu ragionevole di tanti adulti!!
    Il vero male è l"indifferenza

  9. #4159
    Senior Member
    Data Registrazione
    Oct 2011
    Messaggi
    3,216
    L’INVASIONE DEI “MAO MAO”
    Un conoscente mi snocciola la sua vita senza che io gli avessi domandato nulla e fa in modo di portare la conversazione sul fatto che secondo lui “siamo invasi dai mao mao” (cioè i neri) e che dovremmo fare di tutto per cacciarli dall’Italia.
    Lo lascio finire di sproloquiare e carinamente gli comunico che ho due figli mulatti, quest’ultimi figli di una donna africana fuggita vent’anni fa da un destino di fame e guerra.
    A questa notizia si zittisce di colpo e molto frettolosamente alza i tacchi con la coda tra le gambe. Si dovrebbe pensare, prima di parlare, a chi ci si trova di fronte!
    Tutti i centri affido siti nelle più grandi città italiane hanno anche minori di colore/mulatti da affidare, ma purtroppo anche in affido come in adozione non è ancora ben radicata una cultura dell’accoglienza per cui il colore della pelle è irrilevante. Forse se ci si ficcasse nel cervello che la nostra specie è nata in Africa e che a livello genetico non vi sono differenze sostanziali tra gli esseri umani sia bianchi che neri e asiatici, tutta questo odio per l’altro il “DIVERSO” non avrebbe modo di esistere!

  10. #4160
    Senior Member
    Data Registrazione
    Jun 2016
    Messaggi
    133
    Cara Bes, pensa che io, per uno scherzo dei cromosomi, sono scurissima di pelle, d'estate praticamente mulatta (eppure sono del nord Italia!).
    Bene, il bambino che mi hanno affidato ha il mio stesso colore, proprio la stessa sfumatura, mentre i miei figli biologici sono bianchi come lenzuoli, il grande è pure biondo.
    Che l'abbiano fatto apposta?
    Sto scherzando (alle riunioni e ai corsi ho incontrato molte famiglie affidatarie con figli scuretti), ma basterebbe provare a passare una dogana col mio colore della pelle e la voglia di essere razzista passa subito.
    Ma dici davvero che ci sono famiglie che non vogliono adottare/prendere in affido bambini a causa del colore della pelle?

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •