Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Risultati da 11 a 14 di 14

Discussione: Rischio giuridico - collocamento provvisorio

  1. #11
    Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    13

    Ricorso cassazione

    Saluto e aggiorno adesso si prospetta pare rischio di ricorso cassazione che pare abbia il potere di stravolgere tutto, non solo agire su eventuali vizi di forma ma addirittura si potrebbe ricominciare dall inizio ,nuovaCtu ecc con tempi biblici per cui potrebbero dare in affido il bambino(a questo punto PACCO!!!!) ,ma da quello che leggo in questo forum l affido preclude l ado per ovvi motivi di anonimato, cosa deve sopportare ancora una coppia desiderosa solo di formare una famiglia !!! Chi puo' chiarire un po le idee e' il benvenuto . GRAZIE

  2. #12
    La Cassazione sentenzia sulla regolarità del processo, per cui se una parte non viene ritenuta "corretta" si rimanda a rivedere quellaparte del processo. Noi abbiamo vissuto un RG arrivato fino in Cassazione (minore affidato dopo la sentenza di prmo grado, poi Appello, poi Cassazione). Esaurito il ricorso in Cassazione abbiamo avuto affido preado e poi finalmente siamo diventati famiglia. Sono passati 5 anni. L'affido è a scopo adozione, formalmente è un affido semplice ma il TDM sceglie per il minore la famiglia che ritiene debba diventare la sua, appunto per evitare un successivo spostamento... nel nostrocaso ilminore era già stato in affido con obbiettivo rientro in famiglia, poi quando è stato chiaro che non sarebbe rientrato siamo stati scegli noi con idoneità all'adozione e disponibili appunto al rischio giuridico.

  3. #13
    Senior Member
    Data Registrazione
    Aug 2014
    Messaggi
    193
    Come ti ha detto pietro se l',affido é a rg ovvero a fini di ;eventuale adozione", come scritto nel nostro decteto, giudici e servizi sociali tutelano l'anonimato proprio nell'ottica della possibile futura adozione. Se il bambino é grandino in caso di incontri protetti ad esempio in ambito di una nuova ctu i servizi lo istruiscono perché non dica con chi e dove vive. E comunque son sempre presenti anche gli assistenti sociali o gli psicologi che ascoltano e se serve intervengono. Non c'é mai in questa fase alcun contatto diretto tra famiglia bio e famiglia di origine. La cassazione puó stravolgere o confermare tutto. Non si possono davvero aver certezze fino all'ultimo... ahimè. Tuttavia nel frattempo i giudici evitano di far saltare i bambini di qua e di là, aspettando la definitività del giudizio. Evitano appunto di trattarli come pacchi. Motivo per cui può capitare che un bambino torni in famiglia bio dopo 2-3 anni con i potenziali genitori adottivi. D'altronde mentre si appurava l'idoneità della famiglia di origine l'alternativa alla famiglia sarebbe stata la comunità o una famiglia ad affido temporaneo da cui si sarebbe comunque dovuto separare...

  4. #14
    Junior Member
    Data Registrazione
    Aug 2017
    Messaggi
    13

    Rg

    Grazie Pietro e Sissi dei chiarimenti ci avete un po sollevato speriamo tutto si concluda presto vi aggiornero'

Permessi di Scrittura

  • Tu non puoi inviare nuove discussioni
  • Tu non puoi inviare risposte
  • Tu non puoi inviare allegati
  • Tu non puoi modificare i tuoi messaggi
  •