PDA

Visualizza Versione Completa : Tumore adozione Federazione Russa



Karoline
28-12-2017, 19:24
Ciao a tutti! Io e mio marito (37 e 38 anni) abbiamo ottenuto da qualche mese l idoneità per un solo bambino (la fascia d'età non é stata specificata). Finora ci siamo rivolti a due enti, Ariete ed Arcobaleno, e ci siamo trovati benissimo con entrambi, persone disponibili, chiare, e si vede che amano il proprio lavoro. Solo noi non avevamo preso i considerazione la Federazione russa, perché pensavamo di non essere idonei (io ho avuto anni fa un tumore al seno), mentre in realtà potremmo quantomeno o provare portando tutti i nostri documenti e sottoponendoci alle visite. Io (purtroppo, perché per questo motivo mi preoccupo troppo) sono un medico, e l'unica questione che mi preoccupa un po' é io fatto che le cartelle cliniche spesso non sono esattamente veritiero, in più on line si leggono tante esperienze negative e questi mi mette in difficoltà... Mio marito é così entusiasta ed io non voglio fare la guastafeste dubbiosa!

Nuxe
30-12-2017, 15:12
Ciao Karoline, hai pienamente ragione quando ti interroghi sulle cartelle cliniche russe, in particolare modo ora che i bimbi sani vengono affidati,non adottati, alle famiglie russe con indennizzi resi più consistenti a partire dal 2013.
Hai sicuramente il diritto di fare in F.R. delle visite di approfondimento,se qualche cosa ti preoccupa.Ti consiglio di richiederne il referto scritto al computer,in modo da favorirne la traduzione.La nostra esperienza adottiva in F.R. è molto recente, se hai domande scrivimi in m.p.,ti risponderò volentieri.
Buon anno!

pluto1999
04-01-2018, 10:48
Ma perchè pensi che chi non è medico non abbia gli stessi tuoi timori? Ti sbagli proprio. Anche io ho adottato in FR e pur conoscendo la situazione, generale e specifica, non ho certo sottoposto il mio angelo a visita prima di decidere, lo ho sentito e basta, con tutti i problemi veri o finti della scheda, e con quelli che nessuno ti potrà mai mettere nero su bianco nè dire perchè magari non ci sono ancora,...Non siamo in un supermercato dove prima di mettere la merce nel carrello leggi tutti gli ingredienti e la data di scadenza.....scusa se sono un pò brutale ma i bambini hanno diritto ad una famiglia che si prenda cura di loro finalmente come individuo, non come un paziente. Ogni bambino ha diritto una famiglia e non viceversa, non scordiamocelo mai.

MaMi
04-01-2018, 11:08
Brava pluto1999

Zulla Palla
04-01-2018, 15:38
l'unica questione che mi preoccupa un po' é io fatto che le cartelle cliniche spesso non sono esattamente veritiero, in più on line si leggono tante esperienze negative e questi mi mette in difficoltà... Mio marito é così entusiasta ed io non voglio fare la guastafeste dubbiosa!

Nonostante le belle (e un filino retoriche) parole di Pluto, sono perfettamente d'accordo con te! Ho esperienza di cartelle russe e sono assolutamente fuorvianti. L'unica cosa sulla quale puoi fare ragionevolmente affidamento sono i "gruppi di salute". Sono cinque: da 1 che indica i bimbi perfettamente sani a 5 che indica i bambini con gravi patologie fisiche e/o mentali e ho verificato personalmente che tale 'classificazione' è utilizzata in maniera accurata. I bimbi del gruppo 1 non vanno mai in AI. Attualmente le coppie straniere che danno disponibilità per bambini sani o con patologie curabili/reversibili sono abbinate con bimbi del gruppo 2 o - più spesso - 3.

adelai
04-01-2018, 16:03
Ma perchè pensi che chi non è medico non abbia gli stessi tuoi timori? Ti sbagli proprio. Anche io ho adottato in FR e pur conoscendo la situazione, generale e specifica, non ho certo sottoposto il mio angelo a visita prima di decidere, lo ho sentito e basta, con tutti i problemi veri o finti della scheda, e con quelli che nessuno ti potrà mai mettere nero su bianco nè dire perchè magari non ci sono ancora,...Non siamo in un supermercato dove prima di mettere la merce nel carrello leggi tutti gli ingredienti e la data di scadenza.....scusa se sono un pò brutale ma i bambini hanno diritto ad una famiglia che si prenda cura di loro finalmente come individuo, non come un paziente. Ogni bambino ha diritto una famiglia e non viceversa, non scordiamocelo mai.

e giusto che ogni bambino ha diritto a una famiglia
ma è anche giusto provare quantomeno a crearsi
una situazione adatta ad affrontare possibilì problematiche legate ai bimbi
e giusto anche cercare di crearsi una situazione al quanto favorevole per noi genitori che se non riusciamo ad accettare patologie sanitarie gravi non possiamo neanche aiutare i bimbi

Nuxe
06-01-2018, 11:43
Zulla Palla ha ragione, aggiungo,per esperienza personale,che in classe 3 si possono trovare patologie curabili ma anche gravi e incurabili come le microcefalie severe.Il cardine del discorso secondo me è la consapevolezza delle coppie,devono sapere a cosa vanno incontro, e accettare certi abbinamenti solo se li possono affrontare.